MESSICO – Il vulcano Popocatepetl fa sul serio cancellati 47 voli + video

IN MESSICO IL VULCANO POPOCATEPETL HA EMESSO UNA NUBE DI GAS E CENERE FINO ALL’ALTEZZA DI 3.500 METRI

come ha riferito il centro per la prevenzione delle calamità naturali del Paese.Il centro ha rilevato ottantaquattro emissioni di gas di moderata e bassa intensità. In aggiunta sono stati rilevati due terremoti nei pressi del vulcano. A causa delle attività vulcaniche il livello di guardia è stato alzato al secondo livello su una scala di sette punti. Nella zona non è stata disposta l’evacuazione della popolazione.Le compagnie aeree americane hanno cancellato diversi voli per il Messico a causa del risveglio del vulcano Popocatepetl. Almeno 47 voli sono stati cancellati per sicurezza. Sono state sospese le tratte da Houston, Dallas, Denver, Phoenix, Chicago e Los Angeles verso Città del Messico e Toluca.Il vulcano Popocatepetl, attorno al quale è stato istituita una zona di sicurezza di 12 chilometri, emette cenere, vapori e pietre incandescenti.American Airlines, US Airways, Delta e Alaska Airlines “hanno preso la decisione di non operare da e per Città del Messico”, ha dichiarato Jorge Andres Gomez, portavoce dell’aeroporto. Per le stesse ragioni anche i voli di una compagnia low cost americana, Spirit Airlines, sono stati sospesi dall’aeroporto di Toluca, situato a 68 chilometri dalla capitale.

IL POPOCATEPETL SECONDA CIMA DEL MESSICO CON 5.452 METRI

registra ormai da inizio di maggio una chiara ripresa dell’attività vulcanica. Al di sopra del cratere si è formata una colonna di fumo e ceneri molto densa, che si è poi diffusa lungo un’ampia porzione di cielo.Le compagnie aeree temono che la presenza di fumo e ceneri sulle rotte dei loro aerei possa causare problemi tecnici, e per questo motivo hanno cancellato i voli. Solo giovedì le società statunitensi Delta e American Airlines hanno rinunciato a far partire una quarantina di aerei diretti verso Città del Messico.Nonostante i voli statunitensi cancellati e l’intensa attività delle ultime ore del Popocatépetl, i responsabili dell’aeroporto di Città del Messico hanno mantenuto le piste per le partenze e gli arrivi aperte. Dicono che le ceneri lungo le rotte sono molto rarefatte, condizione che non può mettere in alcun modo in pericolo la sicurezza dei voli.Le compagnie aeree nazionali messicane non hanno interrotto i loro servizi e non ci sono voli cancellati da parte loro. Per ulteriore precauzione, comunque, è stata istituita un’area di circa 18 chilometri quadrati intorno al vulcano non sorvolabile dagli aerei.Il Popocatépetl è un vulcano alto 5.452 metri e si trova nella regione di Puebla, a 70 chilometri sud-est di Città del Messico.

 

IL SUO NOME IN LINGUA NAHUATL (AZTECO) SIGNIFICA LETTERALMENTE “MONTAGNA CHE EMETTE VAPORE”

In prossimità del cratere, il vulcano ha un ampio ghiacciaio. È del resto il secondo vulcano più alto del Messico, ed è uno dei più attivi del paese. È in attività da secoli e già nel XIV secolo furono registrate almeno 18 sue distinte eruzioni.Popocatépetl nella mitologia azteca era un guerriero innamorato di Iztaccíhuatl, una donna il cui nome significa letteralmente “donna bianca” (il suo nome è associato a quello di una montagna il cui profilo innevato ricorda quello di una donna distesa).Il padre di Iztaccíhuatl promise la propria figlia in sposa a Popocatépetl, a patto che questi andasse in guerra ad Oaxaca, pensando che tanto non sarebbe mai tornato vivo. Qualche tempo dopo a Iztaccíhuatl fu riferito che Popocatépetl era morto in battaglia. Alla notizia lei morì di dolore, e altrettanto fece Popocatépetl quando tornò e scoprì la sua morte.Una pioggia di stelle divina trasformò i due in vulcani. Il vulcano Iztaccíhuatl ricorda una donna stesa che riposa, mentre il Popocatépetl fa piovere fuoco e ceneri roventi per la rabbia di avere perso la donna che amava.

VIDEO

>Fonte< 
Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org

LA RIATTIVAZIONE DELLE ANTICHE PIRAMIDI?

UNA REALTA’ CHE E’ TALMENTE IMPORTANTE

Tanto da essere qualche volta rifiutata e riguarda la riattivazione delle piramidi.Apriamo una piccola parentesi, perché è essenziale parlare di queste edificazioni che sono dei condensatori di energia.Si è avuta ciò che potremmo chiamare la “Civiltà delle Piramidi”. Ce ne sono dappertutto nel mondo ed esse esistono anche su altri pianeti come Marte, Venere e la Luna. Ce ne sono ovunque!La datazione calcolata per le piramidi d’Egitto è totalmente erronea, sono molto, molto, molto più antiche di quanto si possa immaginare.Certune esistono anche nel più profondo degli oceani. Esse erano alla superficie e dei cataclismi hanno fatto in modo che si ritrovassero negli abissi oceanici.Le civiltà delle piramidi hanno messo in atto dei processi che si riattiveranno al tempo dovuto, quello della grande Transizione.Quel momento vedrà un cambio importantissimo di dimensione, certo, ma anche uno sconvolgimento totale relativo alla coscienza del pianeta Terra, così come al suo elettromagnetismo e al campo che circonda tutto ciò che vive.Si sono già avute delle vaste mutazioni da quando la vita si è costituita su questo mondo. Delle civilizzazioni straordinarie si sono estinte ed altre sono nate.Gli edificatori delle piramidi hanno architettato dei procedimenti  che si riattivano con la coscienza del pianeta Terra.

COME PUO’ AVVENIRE QUESTA INTERAZIONE?

I potenti colonizzatori, tra cui gli artefici di queste strutture, potevano entrare in relazione con le coscienze planetarie.Essi sapevano esattamente quello che sarebbe accaduto in questa fine di ciclo; quell’immensa nube di fotoni che sta per inglobare il sistema solare come ha già fatto per altri analoghi sistemi.l fotone è la Luce! Queste particelle stanno dunque per illuminare la coscienza e permettere a certi veli d’essere dissolti da questa Luce.Molte piramidi non sono state scoperte e non avranno il tempo di esserlo.Così esse saranno riattivate, anche se si trovano sotto metri e metri di terra, poiché la loro energia attraversa la materia.L’energia emanante da esse sarà proiettata verso la nube di fotoni.Nel momento di questo contatto, tra l’energia emessa dalle piramidi e le particelle luminose, si avrà una sorta di trasmutazione, vuol dire che quello che potrà essere completamente distrutto per la vita sarà annientato da raggi che percuoteranno ogni cosa non positiva per la nuova vita sui mondi.Nel suo viaggio questa massa grigia ha catturato un’enormità di particelle che non sono propizie alla vita (fisica ndt).Dunque tutto ciò che sarà favorevole per la Transizione, per la grande
Trasformazione, sarà dato a questo mondo, a questo sistema solare, affinché la Vita rinasca realmente a se stessa in una maniera straordinaria.I fotoni, a contatto con l’atmosfera e la vita su questo mondo, cambieranno la luminosità di ogni cosa che vi circonda; avrete l’impressione che l’aria sia molto più chiara, che la luce sia di gran lunga più viva, che tutto sia come sublimato.Non potrete percepire questo se non quando vi troverete in una coscienza modificata.
PER ORA IN TERZA DIMENSIONE

Non saremo in grado di ravvisare la nuova luce perché è necessario che i veli i quali oscurano la nostra consapevolezza siano dissolti dalle energie fotoniche.Stiamo così per scoprire, non solamente nel nostro cielo, ma anche nella vita stessa .In questo periodo c’è una distorsione del campo magnetico in certi luoghi del nostro pianeta, distorsione dovuta al fatto che la quarta dimensione prende sempre più piede su questo mondo a livello frequenziale.Poco a poco, essa annienta l’onda vibrazionale di terza dimensione creando delle alterazioni energetiche ed anche gli strani suoni che voi udite.”Essi ci mostrano qualche cosa di incredibile! È come se l’energia elettromagnetica si torcesse per raddrizzarsi ed essere investita da un’altra. È come se in questo contorcimento dell’elettromagnetismo la quarta dimensione assorbisse la terza.È talmente grandioso!
fonte: http://terrarealtime.blogspot.com
Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org