CANAPA – Ecco le super batterie meglio del litio e più economiche del grafene

CANAPA - Ecco le super batterie meglio del litio e più economiche del grafene

DAGLI SCARTI DI LAVORAZIONE DELLA CANAPA SI PUO’ REALIZZARE OGGI UN MATERIALE per supercondensatori con prestazioni superiori al grafene. I ricercatori della University of Alberta in Canada hanno presentato i risultati delle proprie ricerche in una conferenza organizzata a San Francisco dall’American Chemical Society e riportati sul sito web in questo articolo e in questo studio. Proseguono quindi gli studi già citati in questo nostro articolo di Canapa Industriale. I super-condensatori stanno rivoluzionando i sistemi di alimentazione elettrica grazie a materiali super-conduttori come il grafene, e la produzione di questo nanomateriale è costosa quanto importante per l’evoluzione dei dispositivi elettrici ed elettronici. Il Regno Unito ha recentemente avviato un programma di ricerca sul grafene da 50 milioni di sterline, ma oggi sembra ci sia un’alternativa più economica ed ecologica.

CANAPA - Ecco le super batterie meglio del litio e più economiche del grafeneLA FIBRA DI CANAPA E’ COSTITUITA PER IL 70% DA CELLULOSA CRISTALLINA. Questa può essere trasformata in nanosheets, elettrodi in lamine sottilissime con grande superficie esposta e alta capacità di trasporto e conservazione dell’energia. I risultati di queste ultime ricerche evidenziano una capacità di raggiungere e mantenere densità energetiche nettamente superiori a quelle dei dispositivi commerciali come le batterie Li-ion a ioni di litio. Nelle applicazioni per batterie, questo si traduce in tempi di ricarica molto inferiori agli attuali standard. Il nuovo materiale risulta efficiente in un intervallo di temperature più elevato e la capacità dei supercondensatori di caricare e scaricare rapidamente l’intera massa di energia li rende fondamentali per l’efficienza delle batterie nei veicoli elettrici, anche per la possibilità di ricaricare le batterie in frenata. Altro risultato interessante della ricerca riguarda il costo di produzione dei nanosheet di canapa, inferiore a quello di un materiale non rinnovabile come il grafene grazie a processi molto più semplici. All’interno dei centri di ricerca non si vede solo canapa nel futuro di dispositivi elettronici: i ricercatori canadesi hanno condotto altri esperimenti con diversi scarti domestici e dell’industria agricola, realizzando materiali ad alte prestazioni elettriche con torba, gusci di uovo e anche bucce di banana. Gli scienziati hanno compreso le caratteristiche strutturali nella fibra dei diversi materiali organici e tramite processi che chiamano di sintesi idrotermica, simili alla cottura in pentola a pressione, riescono ad ottenere pellicole di nanomateriali con vaste applicazioni per l’industria elettronica.

DAVID MITLIN

DAVID MITLIN

SECONDO IL DOTTOR DAVID MITLIN a capo del gruppo di ricerca dell’Università dell’Alberta, il compito degli scienziati è comprendere quali strutture organiche sono più adatte alle diverse applicazioni. Le bucce di banana possono trasformarsi in blocchi densi di carbonio, che gli scienziati chiamano pseudografite, adatti per le batterie a ioni di sodio. Al contrario, la fibra di canapa può realizzare fogli sottilissimi con una grande area superficiale che determina l’altissima conduttività elettrica e capacità di immagazzinamento necessarie per i supercondensatori.

 

 

 

 

 

 

 

*Stefano Mariani
>Fonte< 

Redatto da Pjmanc: https://ilfattaccio.org

CELLE SOLARI STAMPABILI – Nuova frontiera per l’energia

CELLE SOLARI STAMPABILI - Nuova frontiera per l'energia

SONO STATE INVENTATE IN AUSTRALIA. Al progetto hanno lavorato 50 ricercatori fra chimici, fisici e ingegneri. Potranno produrre energia per la casa ma anche per accessori più piccoli come smartphone e laptop. Sono le nuove celle solari frutto del lavoro di un gruppo di ricercatori australiani che hanno inventato un “inchiostro solare” stampabile su una superficie e in grado di generare energia rinnovabile. Tutto ciò è vicino alla commercializzazione dopo i risultati positivi di una serie di sperimentazioni. L'”inchiostro” è capace di catturare la luce solare e di convertirla in elettricità. La tecnologia è stata sviluppata da un consorzio comprendente l’Ente nazionale di ricerca Csiro e due università di Melbourne, in cui hanno lavorato 50 ricercatori fra chimici, fisici e ingegneri.

CELLE SOLARI STAMPABILI - Nuova frontiera per l'energiaUSANDO UNA STAMPANTE COMMERCIALE ADEGUATAMENTE MODIFICATA, un sottilissimo strato viene depositato su una superficie di materia plastica. Questo permette di applicare le celle solari su finestre creando uno strato semitrasparente, come una tinteggiatura. Possono anche essere stampate su superfici più piccole per ricarica e alimentazione di smartphone e di laptop. La scienziata del Csiro Fiona Scholes, che coordina il progetto, scrive sul sito dell’Ente che compagnie di diversi paesi hanno espresso interesse nel commercializzare la tecnologia. “È un grande passo avanti perché queste celle si possono applicare ovunque e funzionano anche in condizioni di nuvolosità. Inoltre la consistenza è migliore di quella utilizzata per i tradizionali pannelli solari. La squadra è ora al lavoro per produrre una versione spray dell'”inchiostro solare”, aggiunge.

Redatto da Pjmanc: https://ilfattaccio.org

LE ARMI PER DISTRUGGERE IL PENSIERO E MANIPOLARE IL CLIMA

LE ARMI PER DISTRUGGERE IL PENSIERO E MANIPOLARE IL CLIMA

UN SECOLO FA NIKOLA TESLA dichiarava dinanzi agli occhi increduli dei suoi finanziatori, illustri Banchieri e industriali che erano a caccia di nuovi business, che esiste nell’etere un’energia immensa, gratis che libererà il mondo dalla continua ricerca per la sopravvivenza.Appariva agli occhi di tutti un visionario, incredibilmente lucido che descriveva il futuro come l’era della totale libertà dell’uomo che alla fine della sua lotta riuscirà a liberarsi dalla schiavitù che il tempo gli costruirà intorno.Parlava di un tempo in cui l’energia, attraversando gli strati più rarefatti dell’atmosfera con un’elevata frequenza, avrebbe raggiunto qualsiasi punto della Terra e dello spazio senza ricorrere alla ragnatela dei fili, e le difficoltà a superare i limiti spaziali sarebbero state ridotte presto nel tempo.Con la trasmissione dell’Energia l’uomo riuscirà a connettere qualsiasi tipo di motore o meccanismo elettronico a delle sorgenti fisse, facendolo poi viaggiare in ogni punto dell’universo. Questa energia non è statica, ma è dinamica per cui, in futuro non lontano, gli uomini riusciranno presto a connettere le loro macchine ai grandi ingranaggi della natura.

La torre di Tesla abattuta dai marins nel 1971

La torre di Tesla abattuta dai marins nel 1971

LE SUE DICHIARAZIONI PROVOCARONO UNO SHOC TALE CHE FURONO SUBITO RITIRATI I FINANZIAMENTI e la sua torre di Colorado Springs fu distrutta perché la sua realizzazione avrebbe decretato la fine degli imperi economici che allora stavano nascendo. Il futuro che Tesla descriveva terrorizzò i suoi diretti interlocutori perché erano coscienti delle qualità e della straordinaria intelligenza di quell’uomo che per loro, poteva anche appartenere ad un altro mondo.La trasmissione dell’energia sarà fattibile a tutti gli effetti, e la sua introduzione provocherà invece la scomparsa di mezzi e tecnologie che ad essa non si adegueranno: le automobili, i treni e le navi, e qualsiasi mezzo che usa i motori e le eliche, per le evidenti difficoltà nella loro alimentazione scompariranno semplicemente. Il trasporto sarà la teleportazione e il ricorso all’annichilimento indotto del peso. La vita dell’uomo cambierà, la nuova energia alimenterà la vegetazione, la terapia medica ed ogni sistema di riscaldamento, che diventerà permanente, nasceranno nuove discipline scientifiche, una nuova chimica e una nuova fisica.

teslaLA CHIAVE DI TUTTO SARANNO I SISTEMI DI TELECOMUNICAZIONE che useranno delle onde elettriche identiche a quelle elettromagnetiche della radio: le onde elettrogravitazionali, emesse attraverso degli strati concentrici costituiti da materiali, dalla superficie elettromagnetica ed elettrostatica più efficace.La nuova energia è il plasma, che verrà trasmesso in quantità quasi illimitate a qualsiasi parte della Terra senza subire delle perdite. Tesla considerava infatti il nostro pianeta come una sfera di fluido elettrico che utilizza il terreno come conducente, e genera ai suoi antipodi delle emissioni di energia a frequenze molto basse (TBF) attraverso il sottosuolo. Le sue scoperte non sono cadute tuttavia nel silenzio, e nel 1978 l’ONU arriva alla redazione della “Convenzione per l’interdizione all’utilizzo delle tecniche di modifica dell’ambiente naturale alle fini militari od ogni altro fine ostile”. La Convenzione, pur riconoscendo che il ricorso a tecniche di modifica dell’ambiente naturale per fini pacifici può migliorare le relazioni tra l’uomo e la natura, l’utilizzazione di queste tecniche per fini militari o ostili potrebbe avere effetti lesivi sia sulla salute dell’uomo che dell’ambiente. Per tale motivo viene stabilito che “ogni Stato si impegna a non utilizzare per fini militari delle tecniche di modifica dell’ambiente naturale” perché sono mezzi che posso causare delle distruzioni, dei danni o dei pregiudizi all’uomo o altri stati. La Convenzione si riferisce alle “tecniche di modifica dell’ambiente naturale” come ogni tecnica che ha per scopo quello di modificare, con la manipolazione, dei processi naturali la dinamica, la composizione o la struttura della Terra.

haarp-LE ONDE STAZIONARIE PROVOCANO UNO SCONVOLGIMENTO CLIMATICO E BIOLOGICO sono create dall’emissione dei potenti campi magnetici a bassissima frequenza, diretti verso il cuore della terra. L’energia del nucleo della terra alimenta a sua volta questa onda e si ottiene un effetto estremamente amplificato. Questa onda può scaricarsi nella terra e provocare un terremoto, ionizzare l’atmosfera e dunque manipolare il clima, confondere le frequenze su cui viaggia la mente umana e influire così sul comportamento degli esseri viventi. Nel 1972 Reagan e Rockfeller, creatore della “Commissione Trilaterale”, dichiarano che erano già in possesso di uno strumento in grado di provocare dei cambiamenti climatici, di creare delle siccità e delle tempeste, di indebolire le capacità del nemico e spingerlo ad accettare le nostre condizioni.

 

CAMBIAMENTI CLIMATICII CAMBIAMENTI CLIMATICI che hanno sconvolto il nostro pianeta in questi ultimi due anni sono stati imputati totalmente all’effetto serra: le catastrofi climatiche si intensificano, e lo scioglimento dei ghiacciai provocherà l’aumento del livello dell’acqua con lo sprofondamento di alcune zone della terra, la conformazione stessa della superficie terrestre cambierà. In realtà questi cambiamenti climatici sono il risultato di una lotta che mira non solo a tormentare dei paesi concorrenti o nemici, ma anche a migliorare le condizioni climatiche del suo proprio paese. I risvolti tuttavia sono ben più terribili, perché le onde trasmesse, incidendo sui cervelli dell’uomo provocano uno sconvolgimento del comportamento delle popolazioni, la guerra psicotronica.

 

CAMBIAMENTI CLIMATICINASCE A TALE SCOPO IL PROGETTO HAARP un campo di antenne, nei pressi del Polo Nord, che ha avuto, nonostante sia una specie di esperimento, un ruolo molto importante delle attuali strategie geopolitiche e economiche. Crea una superficie, all’interno della ionosfera un’area che funge da canale di trasmissione su lunghe distanze dell’energia. Vi lascerà certo straniti il sapere che sono oggetto di strasmissione anche i virus, le malattie dell’uomo che attaccano il sistema di difesa, ma i batteri di cui parliamo non sono organici, sono come i virus dei nostri computer: hanno una determinata frequenza, possono essere riprodotti in laboratorio e sono trasmessi in onede radio. Ad esempio, lo spettro delle attività cerebrali prodotte dalle droghe allucinogene può essere copiato e può essere inviato sotto forme di onde ELF, a frequenza estremamente bassa, per produrre visioni. Una volta che le malattie verranno vaporizzate nell’aria, delle onde elettromagnetiche adattate in funzione di queste malattie, li renderanno più mortali e più infettive diffondendo i tracciati degli individui morti.

scie chimicheLE SCIE CHIMICHE VAPORIZZANO QUOTIDIANAMENTE nei nostri cieli delle malattie e dei prodotti chimici che incidono sul subconscio dell’uomo, producendo apatia, uno stato di indifferenza o di euforia, confondendo le frontiere tra il reale e l’irreale. Determinati messaggi mediatici per essere concepiti dalle persone, nella sua assurdità, devono essere ascoltati da persone la cui frequenza scenda ad un tasso specifico, sotto la soglia di coscienza.Tempo in cui l’energia, attraversando gli strati più rarefatti dell’atmosfera con un’elevata frequenza, avrebbe raggiunto qualsiasi punto della Terra e dello spazio senza ricorrere alla ragnatela dei fili, e le difficoltà a superare i limiti spaziali sarebbero state ridotte presto nel tempo.Con la trasmissione dell’Energia l’uomo riuscirà a connettere qualsiasi tipo di motore o meccanismo elettronico a delle sorgenti fisse, facendolo poi viaggiare in ogni punto dell’universo. Questa energia non è statica, ma è dinamica per cui, in futuro non lontano, gli uomini riusciranno presto a connettere le loro macchine ai grandi ingranaggi della natura.

manipolareQUESTO SISTEMA DI TRASMISSIONE E’ GIA’ UTILIZZATO e si nasconde all’interno dei ripetitori dei nostri cellulari, il cui potere potrebbe essere aumentato fino ad uccidere le persone.La chimica e l’elettricità del cervello umano possono essere manipolate dai satelliti, così come le masse e le loro manifestazioni che resteranno pacate o violente a seconda del messaggio che si vuole inviare. I nostri modelli di attività cerebrale possono essere misurati apparentemente e immagazzinati su dei computer, e se si vorrà trasmettere dei pensieri subliminali ad una persona mirata, tutto ciò che occorrerà fare sarà di captare lo spettro nei suoi pensieri, per stabilire su quale frequenza il messaggio deve essere inviato.

 

 

IonosferaPOSSONO MANIPOLARE LE FREQUENZE DEL BIORITMO COSI’ RIDOTTO ALLO STATO VEGETATIVO. In quest’ottica deve essere visto il potere delle telecomunicazioni, le strategie per il reperimento dei dati e delle informazioni delle persone: conoscere gli uomini renderà possibile la loro manipolazione perché sarà possibile incidere sul loro subconscio.Il Governo Mondiale ha quindi creato un mondo di dormienti, assopiti dai messaggi subliminali e continuamente alimentati dalla disinformazione. Sembra di trovarsi in un incubo, ma sarà il risveglio delle menti a fermare tutto questo e a far sì che il racconto visionario di Tesla sia una realtà, sia nel nostro futuro.

 

 

Redatto da Pjmanc https://ilfattaccio.org

GEOTERMIA – 5 progetti tra Ecuador e Colombia

GEOTERMIA - 5 progetti tra Ecuador e Colombia

IL GOVERNO DELL’ ECUADOR HA ANNUNCIATO CHE STANNO PER ESSERE COMPLETATI GLI STUDI di fattibilità che analizzando il potenziale geotermico del paese getteranno le basi per nuovi progetti rinnovabili. Largo spazio alle rinnovabili in Ecuador. Il governo ha dato il via libera a 5 progetti che sfrutteranno la geotermia del territorio per ampliare la percentuale di energia generata da fonte alternativa. Secondo quanto dichiarato da Édgar Montalvo, Project Manager del Progetto Geotermico del Ministero dell’Elettricità e dell’Energia Rinnovabile (MEER), gli studi di fattibilità completati hanno dato buoni esiti evidenziando le potenzialità dell’area del Cachimbiro dove è stato calcolato un potenziale da 113 MW. Uno dei vantaggi di utilizzare il calore dalle rocce e delle acque sotterranee è che l’energia è pulita, non ci sono emissioni di inquinanti e in Ecuador ci sono 11 possibili fonti da analizzare per poi sfruttarne il potenziale. Ramiro Cuapaz, specialista delle energie rinnovabili, ha osservato che usare la geotermia è un vantaggio poiché produce un impatto ambientale minimo, a differenza dei combustibili fossili.

ISTITUTO NACIONAL DE DE PREINVENSION (INP) SECONDO L’ISTITUTO NACIONAL DE DE PREINVENSION (INP) nel mese di aprile verranno avviati diversi studi di prefattibilità a Chalpatán, nella provincia di Carchi, la cui area ha un potenziale stimato tra i 60-130 MW studi che avranno un costo stimato in 1,1 milioni di dollari. Un altro progetto in corso è il Tufiño-Chiles, al confine tra Ecuador e Colombia, la cui area di interesse è di cinque ettari, vicino al vulcano Chiles. La realizzazione dell’impianto coinvolge quindi due nazioni e cerca di stabilire un modello globale geotermica tra la Electricity Corporation dell’Ecuador (Celec) e la Società di produzione di energia della Colombia con un investimento iniziale di due milioni e 500 mila dollari nella prima fase. Il potenziale energetico stimato è di 138 MW, sufficiente a fornire elettrica alla città di Tulcan, capitale della provincia Carchi.Il quinto e ultimo progetto verrà invece definito entro aprile, quando verranno completati e consegnati gli studi di fattibilità del progetto Chacana ubicato tra le province di Napo e Pichincha dove il potenziale stimato è pari a 318 MW.
Ma in Italia, Paese dall’ambio potenziale geotermico, quando riusciremo ad imitare Colombia ed Ecuador ?

>Fonte<
Redatto da Pjmanc: https://ilfattaccio.org

TORRE DI TESLA – Due scienziati russi pronti a costruirla +Video

TORRE DI TESLA - Due scienziati russi pronti a costruirla

DUE FISICI RUSSI PROVENIENTI DALLA SIBERIA hanno lanciato una campagna per aumentare di 800.000 $ il budget necessario per completare l’ambizioso progetto di Nikola Tesla nel campo della trasmissione di potenza senza fili, ovvero la torre di Tesla.Secondo i fisici russi Sergey Plekhanov e Leonid Plekhanov, la versione moderna di Wardenclyffe, torre Tesla, conosciuta anche come ‘il trasmettitore planetario’, permetterà di trasmettere energia attraverso la Terra a qualsiasi distanza del pianeta”, questo contribuirà a risolvere molti problemi tecnologici.“Tesla aveva ragione e siamo pronti a dimostrarlo!” Dicono i fisici, che hanno appena lanciato una campagna su Indiegogo, il più grande sito di raccolta di fondi del mondo per ricostruire la torre Wardenclyffe nell’autunno del 2014.Tesla credeva che la torre sarebbe stata in grado di trasmettere energia senza fili, ma questo progetto non è stato dimostrato durante il periodo nel quale era in vita.

 

Sergey Plekhanov e Leonid PlekhanovI DUE FISICI RUSSI PENSANO CHE TESLA AVESSE RAGIONE e dopo uno studio approfondito della progettazione della torre, il sistema potrebbe fornire un efficace metodo di distribuzione e trasmissione in tutto il mondo, in modo da ottenere energia pulita. Leonid e Sergey Plekhanov hanno trascorso gli ultimi cinque anni a studiare e modellare gli appunti ed i brevetti di Tesla per la torre e sono fiduciosi che il progetto possa essere attuabile con i materiali e la tecnologia di oggi.Il principio alla base del design attuale è che abbiamo una fonte illimitata di tutta l’energia di cui abbiamo bisogno: il sole. Un pannello solare di 100.000 chilometri quadrati di sole in qualche parte del mondo potrebbe coprire tutte le esigenze energetiche del mondo. Il problema sta nella distribuzione di questa energia, dal momento che i sistemi attuali hanno molte perdite.Il sistema della torre proposto da Tesla è stato progettato per sfruttare la conduttività della terra stessa, la trasmissione di energia attraverso la terra e la ionosfera con poco spreco. Mentre la torre originale di Tesla, costruita nel Long Island, pesava 60 tonnellate, il piano dei Plekhanov sarebbe quello di costruire un prototipo di solamente due tonnellate grazie ai progressi nei materiali. La bobina di Tesla (un tipo di trasformatore risonante brevettata dallo scienziato nel 1891), sarà lunga circa 20 metri.

VIDEO

>Fonte< 
Redatto da Pjmanc: https://ilfattaccio.org