LAVORO – Guadagnare 15 euro l’ora catturando i Pokèmon

LAVORO – Guadagnare 15 euro l’ora catturando i Pokèmon

 

 

POKEMON

E’ L’APPLICAZIONE DEL MOMENNTO E STA FACENDO IMPAZZIRE IL MONDO, è Pokémon Go, la novità della Nintendo. Un gioco ma anche un’opportunità di lavoro, infatti il portale di lavoro ProntoPro.it ha attivato un servizio dedicato alla domanda e offerta di allenatori, persone esperte o appassionate del gioco che aiuteranno gli utenti che ne faranno richiesta, dietro pagamento, nella loro caccia ai Pokémon.

pokemon-goCOSA E’ POKEMON GO. PokemonGo è un gioco gratuito per Android e per iOs, che permette agli utenti di vivere un’avventura in realtà aumentata. I giocatori, tramite il loro cellulare, scaricando l’App Pokémon Go, vanno in giro per la città a cercare i Pokémon, piccoli animaletti creati nel 1996 da Satoshi Tajiri. In pratica il vostro schermo crea una realtà digitalizzata, tramite la quale potreste vedere un Pokémon in versione 3D aggirarsi per casa. Il gioco consiste nel recuperare i mostriciattoli con le Pokeball, formare un esercito e affrontare gli altri allenatori. Gli oggetti di gioco ed i potenziamenti possono essere acquistati tramite carta di credito e pagati con la valuta del gioco, le Pokemonete.

POKEMONCERCASI ALLENATORI. Migliaia di persone in tutto il mondo sono scese in strada alla ricerca dei 151 Pokémon da catturare, ma diversi sono rari e non è facile trovarli, occorre tempo, ore di ricerca ed una certa professionalità. Ecco allora l’idea del portale di lavoro Prontopro.it che mette in contatto domanda offerta di lavoro: i giocatori potranno, digitando Pokémon nella barra di ricerca del sito, assumere un allenatore che giocherà per l’utente, per un massimo di 2 ore, aiutandolo a catturare i Pokémon e a salire di livello. Gli appassionati di videogame metteranno a disposizione il loro tempo e le loro competenze a fronte di un compenso di circa 15 euro l’ora. Il cliente potrà prestare il proprio cellulare all’allenatore o fornire le credenziali di accesso a Gmail. Prontopro consiglia ai giocatori di prendere delle precauzioni: farsi consegnare i documenti dell’allenatore e restituirli dopo la passeggiata.

*Stefania Caiafa
>Fonte<
Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.