SEITAN – Sai cosa stai mangiando?

SEITAN – Sai cosa stai mangiando?

http://www.miglioriamoci.net

IL SEITAN E’ UNO DEGLI INGREDIENTI PIU’ UTILIZZATI DA VEGETARIANI E VEGANI per realizzare i più svariati piatti. Il Seitan diventa molto utile per imitare alimenti come bistecche e carni in genere. Ma cosa è il seitan?Il Seitan non è altro che glutine aromatizzato con salsa di soia e alcune verdure (carote, sedano, cipolla, prezzemolo, rosmarino). Si tratta quindi di proteina pura il glutine è la proteina del frumento ), per questo viene spesso utilizzato come sostitutivo della carne. Il glutine è però famoso per un problema in particolare: la celiachia. Sempre più persone si ritrovano ad avere una forte intolleranza al glutine, tale da doverlo eliminare completamente dalla dieta per poter vivere. Il glutine è una proteina particolarmente infiammatoria per le pareti intestinali, contribuisce, con la sua “colla”, ad abbassare l’assorbimento dei nutrienti e più in generale contribuisce a intossicare l’organismo ormai saturo di questa proteina che andiamo ad introdurre in grandi quantità fin da bambini: il frumento è presente in quasi ogni pasto o spuntino della giornata! Come se non bastasse non lo si può nemmeno considerare un buon sostituto della carne se non lo si abbina con legumi o con cereali come la segale. Questo perchè la carne contiene tutti 9 gli amminoacidi essenziali che servono al nostro organismo per costruire le proteine di cui necessita. Il glutine invece non li contiene tutti. Per essere un valido sostitutivo della carne deve essere abbinato, come indicato sopra, a legumi o altri cereali, in particolare la segale. A questo punto quindi credo sia chiaro che il Seitan non è tra le scelte migliori che si possono perseguire in una dieta vegetariana-vegana. Molto meglio consumare legumi e cereali e, quando si vuole sostituire per bene la carne, consumarli assieme.

>Fonte<
Redatto da Pjmanc http://ilfattaccio.org

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.