RAPHAEL FELLMER – Un altro esempio di vita senza denaro

RAPHAEL FELLMER – Un altro esempio di vita senza denaro

RAPHAEL FELLMER - Un altro esempio di vita senza denaro

SE E’ VERO CHE SPESSO CHIAMIAMO IN CAUSA ISTITUZIONI E POLITICA forse è arrivato il momento che tutti noi ci poniamo il problema, a partire dalle nostre scelte di consumo e dal nostro frigorifero. Non sapete da dove iniziare? Un bell’ esempio arriva dalla Germania, dove a Berlino, un ragazzo di nome Raphael Fellmer, classe ’83, da quattro anni vive senza soldi, recuperando materiali che altre persone buttano via. E fin qui vi sembreranno solo stranezze teutoniche. Ma quel che ci interessa raccontarvi è che Raphael ha messo su un sistema geniale per il recupero degli sprechi alimentari direttamente nei supermercati. Grazie alla collaborazione gratuita di programmatori, consulenti ed esperti del web, Fellmer è riuscito ad approdare sulla rete, usando la piattaforma lebensmittelretten.de per ampliare ed esportare il proprio modo di vivere: la definizione è quella di un vero social network basato sul salvataggio di cibo, dove le persone interessate possono organizzare incontri e recuperare prodotti che negozi biologici e attività commerciali regalano all’onlus di Raphael, pur di non gettarli nel cassonetto. L’effetto è immediato: con il lancio dell’app e del social network il caso Fellmer finisce sotto i riflettori – in Germania e non solo – diventando emblematico.Sono 4625, al momento, le persone che fanno parte del network di lebensmittelretten, ma i sostenitori effettivi sono molti di più.

 

RAPHAEL FELLMER - Un altro esempio di vita senza denaroQUATTRO VOLTE LA SETTIMANAVADO CON LO ZAINO a ispezionare i container della spazzatura, in particolare dei supermercati biologici», spiega Fellmer, «tutto ciò che si vende nei supermercati finisce nella spazzatura: cosmetici, saponi, cioccolato… Per menzionare prodotti che un non si aspetta di trovare. Ovviamente, poi, moltissima frutta e verdura e latticini che si possono ancora consumare. Vi assicuro che trovo molto più di quello che posso portare con lo zaino e porto con me più di quello che realmente ci serve. Il resto lo regalo a vicini, amici, persone che hanno bisogno. L’idea è far vedere che non solo si butta una mela ogni tanto, ma che tutto finisce nella spazzatura» ha raccontato Raphael a Pif. E non pensate che Raphael sia un eremita: vive con una moglie e un figlio, in un normale appartamento (senza pagare l’affitto perché ospite di chi sostiene il suo progetto) dove naturalmente ha un potentissimo accesso a internet. Sicuramente sembra una persona felice.

Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

One Comment

  1. Che vergogna! Questo Signore, definito da taluni “guru” dell’ecologia, il 19/04/2015 ha tenuto una conferenza a Biella presso la Fondazione Pistoletto e al termine è stata fatta una colletta per le spese di viaggio sostenute.

    Inoltre dal guru tedesco ci si aspetterebbe un’astinenza totale da qualsiasi attività recante profitto in armonia con il suo Verbo; e invece no! È in vendita su Amazon DE il libro “Glücklich ohne Geld! Wie ohne Cent besser und ökologischer lebe” di cui Raphael Fellmer è autore, al prezzo di 14,99 eur + spese di spedizione.

    Non bisogna essere degli Einstein per capire che se il nostro guru predica il Verbo del vivere senza denaro e contemporaneamente ti propone l’acquisto del suo libro per incassare denaro c’è qualcosa che non quadra nel modello proposto oppure ci troviamo di fronte ad un modello ad un livello superiore che ingloba il modello proposto e che serve per incassare denaro!

    Viva la gente che lavora e che fa soldi creando benessere per sé e per gli altri!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.