MAROCCO – Pomodorini contaminati dal E.coli venduti anche in Italia

MAROCCO – Pomodorini contaminati dal E.coli venduti anche in Italia

pomodorini-E.COLI

POMODORINI CILIEGINI CONTAMINATI PROVENIENTI DAL MAROCCO. In questi pomodorini sono state ritrovate tossine prodotte dal batterio Escherichia Coli. L’avvertimento arriva dalla Repubblica Ceca, che lo ha notificato attraverso il Sistema di Allerta Rapido Europeo. I pomodori ciliegini contaminati sono stati importati dalla Francia e sono stati venduti anche in Italia.Nei giorni scorsi la Francia aveva già allertato i Paesi europei riguardo al pericolo di tossinfezione legata al consumo di pomodorini provenienti dal Marocco, che sono stati distribuiti in Italia, Germania, Slovacchia, Romania, Repubblica Ceca, Germania e Regno Unito.A quanto pare, il Governo italiano non sarebbe ancora intervenute per informare i cittadini sulle precauzioni da adottare. Anche i prodotti alimentari di origine vegetale possono essere oggetto di contaminazioni batteriche. Nel 2011 la contaminazione di germogli crudi in Francia e Germania aveva provocato gravi malori e alcune vittime.In casi simili, lo stato di allerta dovrebbe dunque rimanere alto e tutti i consumatori dovrebbero essere avvisati in modo ufficiale. Non è ancora stata fatta chiarezza sulle origini della contaminazione, dunque in questo momento il consiglio è di evitare di acquistare pomodorini provenienti dal Marocco.

podio_prodotti_contaminatiSOLTANTO POCHI GIORNI FA VI AVEVAMO PRESENTATO LA CLASSIFICA STILATA DALLA COLDIRETTI che riuniva i 10 prodotti più contaminati da pesticidi provenienti dall’estero. Si parlava di veri e propri veleni nel piatto a causa delle sostanze inquinanti e potenzialmente pericolose per la salute impiegate dall’agricoltura intensiva.Il problema dei pomodorini importati dal Marocco riguarderebbe però una contaminazione batterica. Il Sistema di Allerta Rapido Europeo ha indicato il ritiro dal mercato dei pomodori ciliegini marocchini tra le misure cautelative intraprese. Il Ministero dell’Agricoltura del Marocco ha dichiarato che i controlli effettuati sul prodotto nei luoghi di confezionamento e di produzione agricola non hanno rivelato alcuna irregolarità e ha annunciato che sono in corso ulteriori indagini per garantire la conformità dei pomodorini con i requisiti sanitari richiesti.In particolare, in Francia si dovrà chiarire se i casi di contagio da Escherichia Coli avvenuti da gennaio ad aprile 2014 possano essere correlati al consumo dei pomodorini contaminati importati dal Marocco. Tra i sintomi indicati dalle persone coinvolte nelle intossicazioni troviamo vomito e crampi addominali. I pomodorini avrebbero inoltre un sapore molto sgradevole.

*Marta Albè

>Fonte< 

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.