PANICO NEGLI USA – Allarme per un virus che paralizza i bambini

PANICO NEGLI USA – Allarme per un virus che paralizza i bambini

polio_virus

E’ ALLARME IN CALIFORNIA PER UN VIRUS SCONOSCIUTO APPARENTEMENTE SIMILE ALLA POLIOMIELITE, che ha paralizzato almeno 5 bambini, secondo quanto accertato dalla University of California di San Francisco. La notizia è riferita dalla Nbc News, mentre sul sito di Bbc Health si parla di una ventina di persone colpite dall’infezione della quale si parlerà anche nel corso del meeting annuale della American Academy of Neurology a Philadelphia. In particolare, i piccoli (tra i 2 ei 16 anni) sono risultati positivi all’enterovirus-68, un agente infettivo che però – a differenza degli altri enterovirus più comuni – è stato in precedenti ricerche associato a sintomi simili a quelli della poliomielite. Ad ogni modo, l’infezione è ancora molto rara “e non c’è motivo di diffondere allarmismo”, dice Emmanuelle Aubant, autrice degli studi principali sul tema. ”I virus vanno e vengono, possono diffondersi e scomparire. Sono stati registrati casi simili in Asia e Australia” aggiunge l’esperta.

Polio-virus
Polio-virus

LA POLIOMIELITE E’ UNA GRAVE MALATTIA INFETTIVA CHE COLPISCE IL SISTEMA NERVOSO CENTRALE agendo soprattutto sui neuroni motori del midollo spinale. E’ provocata da tre polio-virus che, rapidamente, distruggendo le cellule neurali colpite, causando una paralisi che può diventare, nei casi più gravi, totale. La diffusione della polio ha raggiunto un picco negli USA nel 1952 con oltre 21mila casi registrati. In Italia, nel 1958, furono diagnosticati oltre 8mila casi. L’ultimo negli Stati Uniti risale al 1979, mentre nel nostro paese è stato notificato nel 1982. Nel caso in oggetto non è ancora chiara la causa delle patologie. “Al momento ci sono ancora poche certezze e molte cose da chiarire, proprio perché i numeri sono così bassi. Certo il cluster confinato in California è un dato interessante. che merita di essere indagato” commenta il professor Massimo Andreoni, infettivologo all’Università di Tor Vergata.

>Fonte< 
Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.