FUKUSHIMA – Anche i bambini americani sono a rischio

FUKUSHIMA – Anche i bambini americani sono a rischio

fukushima

NON SONO SOLO I GIAPPONESI A SOFFRIRE DEL DISASTRO DI FUKUSHIMA, anche se la loro situazione è ovviamente peggiore.Gli Isotopi radioattivi rilasciati dai reattori possono aver causato nei bambini nati nelle Hawaii e lungo la West Coast disturbi di salute che , se non trattati in tempo, possono portare a handicap mentali e fisici permanenti .Un nuovo recente studio dimostra che i bambini nati in Alaska , California, Hawaii, Oregon e Washington nel periodo compreso tra una settimana e 16 settimane dopo il meltdown iniziato nel marzo 2011 hanno incrementato il rischio di soffrire di ipotiroidismo congenito del 28% rispetto ai bambini nati in quegli stati nel corso dello stesso periodo di un anno prima. La ragione di tale cambiamento radicale va ricercato nella quantità sostanziale del radioisotopo iodio -131 rilasciate dai crolli della struttura, successivamente sparsasi sopra l’Oceano Pacifico e caduta nelle Hawaii, la West Coast Americana e in altri paesi del Pacifico tramite pioggia e neve, raggiungendo livelli centinaia di volte superiori a quelli considerati sicuri.

 

iodio_tiroideDOPO AVER COLPITO IL CORPO UMANO, lo iodio radioattivo si concentra nella tiroide, ghiandole che rilasciano ormoni che controllano il modo in cui il corpo umano stesso cresce e si evolve. Nei bambini , compresi quelli non ancora nati , tale radiazione può bloccare lo sviluppo del corpo e del cervello . La condizione è nota come ipotiroidismo congenito ed e’ curabile se diagnosticato precocemente .I legami tra esposizione ai radioisotopi di iodio e l’ipotiroidismo giovanile sono stati stabiliti dopo l’incidente di Chernobyl del 1986. Gli autori di Open Journal of Pediatrics credono che il picco di casi registrati nella Pacific Coast nel 2011 sia da attribuire all’incidente della centrale giapponese ma avvertono che ulteriori analisi sono necessarie per capire meglio qualunque forma di associazione ci sia tra l’esposizione di iodio da Fukushima Dai- ichi e rischio di ipotiroidismo congenito rilevato.

 

feto-TALI SCOPERTE POTREBBERO ESSERE SOLO LA PUNTA DI UN ICEBERG EPIDEMIOLOGICO.L’ipotiroidismo congenito può essere utilizzato come una misura per valutare eventuali cambiamenti dello stato di salute del feto e dei bambini degli Stati Uniti dopo Fukushima. I dipartimenti di salute avranno presto a disposizione I dati del 2010 e 2011, gli indicatori di salute feto/neonate compresi I dati sulle morti fetali, parti prematuri, i decessi dei neonatali, morti infantile e difetti di nascita. Due anni circa dopo la crisi nucleare stiamo appena cominciando a capire come questa catastrofe stia realmente influenzando la salute delle persone che vivono nella vasta area dell’Oceano Pacifico .

 

 

 

>Fonte< 

Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.