BIOPLASTICA – Ecco i nuovi polimeri fatti con le olive

BIOPLASTICA – Ecco i nuovi polimeri fatti con le olive

oliveIL MONDO DELLA BIOPLASTICA E’ IN CONTINUA E COSTANTE EVOLUZIONE.Le notizie su nuovi impieghi e nuove ricerche per polimeri realizzati a partire da materie prime o da scarti di produzione naturali si susseguono a ritmo incalzante. Difficile dire quali scoperte scientifiche si aggiungeranno alle bioplastiche già esistenti e diffuse, come il Mater-Bi, ma è certo che nei prossimi anni potremo usare meno petrolio per la plastica.Interessantissima la ricerca spagnola – il ricercatore si chiama Jesus Zorrilla – secondo cui è stato realizzato un polimero, utilizzabile per creare bottiglie di bioplastica, a partire dalle buccette di oliva residuo della produzione di olio. Si stima che dall’utilizzo di 10.000 tonnellate di olive, oltre all’olio si potrebbero aggiungere 30 tonnellate di bioplastica, con un ricavo di circa 200.000 euro. Niente male per l’azienda agricola del futuro, no?Che la bioplastica sia chiamata a sostituire la plastica lo dice anche l’industria automobilistica. Toyota ha annunciato di espandere l’utilizzo di bioplastica, prodotta a partire da mais e canna da zucchero, fino a sostituire alcune componenti metalliche. L’effetto finale si traduce in una riduzione del 20% di emissioni di anidride carbonica durante tutto l’arco di vita dell’automobile.

> Fonte< 
Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.