STRAORDINARIA SCOPERTA IN SIBERIA – Trovato sangue di Mammut

IL SOGNO DI MOLTI STUDIOSI DI RIUSCIRE A REALIZZARE UN JURASSIC PARK CLONANDO DINOSAURI DAI RESTI DI ANIMALI ORMAI ESTINTI POTREBBE DIVENTARE REALTA’

In una remota isola della Nuova Siberia, tra il Mare di Laptev e il Mar della Siberia Orientale, una spedizione di scienziati russi ha rivenuto a carcassa quasi intatta di una femmina di mammut. L’animale, rimasto intrappolato nel ghiaccio per millenni, era talmente ben conservato, che quando gli studiosi hanno iniziato a forare il ghiaccio sotto il ventre dell’animale, tra lo stupore generale, e’ fuoriuscito sangue ancora liquido. Sembra la trama di un film alla Jurassic Park di Spielberg e invece e’ successo davvero, assicura Semyon Grigoryev, lo scienziato a capo della spedizione. La scoperta, spiega Grigoryev, non solo e’ un primato assoluto, perche’ un mammut cosi’ ben conservato non e’ mai stato ritrovato, ma potrebbe condurre seriamente alla clonazione di un animale preistorico.

 

IL CASO RIPORTA “THE INDIPENDENT” RIGUARDA I RESTI DI UNA FEMMINA DI MAMMUT LANOSO

morto da 10.000 a 15.000 anni fa. E’ ”il caso piu’ sorprendente di tutta la mia vita” ha rivelato Grigoryev in un’intervista al ‘The Siberian Times’. ”Quando abbiamo rotto il ghiaccio sotto il suo stomaco, il sangue scorreva. Come e’ possibile che il sangue sia rimasto liquido? E il tessuto muscolare era ancora rosso”. Secondo Grigoryev, che lavora presso l’Universita’ Federale Nord-orientale, a Yakutsk, in Siberia, la parte inferiore della carcassa si e’ conservata cosi’ bene perche’ finita in una sorta di piscina ghiacciata, mentre la parte superiore del corpo e’ stata divorata dai predatori. La scoperta rappresenta una nuova speranza per i ricercatori, spiega Grigoryev, perche’ ”ci fornisce buone possibilita’ di trovare cellule ancora vive che possono aiutarci a realizzare il progetto di clonare un mammut”. L’anno scorso, l’universita’ di Yakutsk ha firmato un accordo con la Sooam Biotech Research Foundation del pioniere della clonazione, il veterinario e ricercatore sudcoreano Hwang Woo-Suk, che nel 2005 clono’ per la prima volta un cane. Ora esperti di mammut di Russia, Corea del Sud, e Stati Uniti studieranno la carcassa di mammut, che sara’ conservata in un luogo segreto.

>Fonte< 
Redatto da Pjmanc:  http://ilfattaccio.org

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.