FRAGOLE MADE IN FRANCIA O SPAGNA? Sono piene di pesticidi

L’ORGANIZZAZIONE FRANCESE

Générations futures spiega come in media nel 92% delle fragole dei supermercati transalpini siano presenti pesticidi dannosi per la salute umana.Générations futures, organizzazione francese, ha pubblicato un dossier  sulla presenza di agenti nocivi alla salute nei nostri piatti: lo studio, condotto da febbraio ad aprile, ha preso in esame in particolare le fragole coltivate con agricoltura convenzionale (cioè, non “biologica”) provenienti da Francia e Spagna, rispettivamente quinto e primo produttore europeo del frutto. I risultati dello studio dimostra che di media nel 92% dei casi le fragole contenevano residui chimici (85% per le francesi, 100% per le spagnole). Ma a peggiorare la situazione è la scoperta che in 7 casi su 10 è stata riscontrata la presenza di pesticidi dannosi per la salute, che potenzialmente possono causare “cancro, disturbi nel metabolismo e nell’apparato riproduttore”. I rischi sono assai più elevati se a mangiare le fragole sono bambini o donne in gravidanza.

 

LO STUDIO

ha rivelato inoltre che il 18% de campioni analizzati conteneva pesticidi vietati ormai da diversi anni sul suolo francese e spagnolo come endosulfan o carbosulfan, entrambi considerati gravi inquinanti ambientali e nocivi per la salute. Ma la “furbizia” delle società produttrici non ha limiti: alcune, infatti, hanno “giocato” con il limite massimo di pesticidi consentiti, alternandone diverse tipologie in modo da non superare – in linea teorica – i valori massimi ammessi dalla legge. Insomma, se vi capita di vedere nei supermercati vassoi di fragole provenienti da Francia o Spagna accertatevi che provengano da agricoltura biologica. In caso contrario potrebbero contenere dosi elevate di pesticidi.

 

 

 

 

>Fonte<
Redatto da Pjmanc  http://ilfattaccio.org

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.