CINA – Una abnorme invasione di alghe a Qingdao

NEGLI ULTIMI GIORNI UNA GRANDE QUANTITA’ DI ALGHE VERDI NON VELENOSE

note come enteromorpha prolifera, è stata trasportata fino alla costa di Qingdao, nella provincia dello Shandong, in Cina. Le alghe hanno coperto completamente la superficie di mare più vicina alla costa, fino a invadere le spiagge della città, che è tra le località turistiche di mare più frequentate e famose in Cina. Oltre a Qingdao diverse altre città costiere sono state colpite dalla diffusione delle alghe, tra cui Lianyungang, Rizhao, Yantai e Weihai. Le autorità locali stanno ora cercando di ripulire le spiagge e di minimizzare l’impatto della grande diffusione delle alghe nell’ecosistema costiero e marino.La presenza di così tante alghe verdi a Qingdao e in altre città costiere dello Shandong non è una cosa nuova: c’erano stati episodi simili anche negli anni passati, e nel 2011 la spettacolarità del mare ricoperto di alghe aveva fatto sì che se ne parlasse anche sulla stampa internazionale.

 

QUESTO TIPO DI ALGHE SI TROVANO NELLE ACQUE DI TUTTO IL MONDO

In determinate condizioni, tuttavia, possono “fiorire” e diventare macro-alghe, come ha detto Steve Morton, un biologo marino dell’agenzia federale statunitense “National Oceanic and Atmospheric Administration” al National Geographic nel 2010.Affinché si verifichino, queste fioriture richiedono temperature dell’acqua non troppo basse e la presenza di fosforo e azoto, sostanze che si trovano normalmente nei fertilizzanti e che possono raggiungere le coste per il deflusso delle acque del mare. Anche se questo tipo di alghe non è tossico, delle grandi fioriture possono creare nell’acqua delle “zone morte” con bassi livelli di ossigeno e lasciare un odore sgradevole sulle spiagge.

>Fonte<
Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.