CHICAGO – Bimba di nove anni fa tremare McDonald

SMETTETELA DI PRENDERE IN GIRO I BAMBINI

Hannah Robertson, nove anni, è salita sul palco all’assemblea degli azionisti di McDonald e nel silenzio, guardando l’ad Don Thompson, ha detto: “Smettetela di prendere in giro i bambini proponendogli di mangiare cibo a tutte le ore”. Il numero uno colpito ha cercato di dare spiegazioni poi le ha detto: “Sei coraggiosa”Mentre gli scandali travolgono il governo americano, sembra che le nuove generazioni possano avere una risposta ai problemi che affliggono gli Stati Uniti e il mondo. Prima è stata la volta di Asean Johnson, un bambino di nove anni di Chicago che aveva chiesto (con successo) al sindaco della sua città di non chiudere la sua scuola.Adesso tocca a Hannah Robertson, nove anni, che sempre a Chicago ieri è salita sul palco all’assemblea degli azionisti di McDonald’s e nel silenzio, guardando l’amministratore delegato Don Thompson, ha detto: “Smettetela di prendere in giro i bambini proponendogli di mangiare cibo a tutte le ore”.La bambina, nata in British Columbia (Canada), è la figlia di Kia Robertson, blogger piuttosto nota tra i genitori americani per le sue spiegazioni su come scegliere alimenti salutari per i figli e parte del contingente inviato all’assemblea dalla Corporate Accountability International, una non-profit che si occupa di alimentazione, salute e controllo dei comportamenti delle multinazionali.Il discorso di Hannah è stato così convincente che il numero uno del colosso degli hamburger non ha potuto ignoralo: “Vendiamo moltissima frutta e verdura – ha detto – e cercheremo di venderne ancora di più”.

 

POI ALLA FINE DELL’INCONTRO HA VOLUTO PARLARE CON LEI DICENDOLE

“Sei coraggiosa”.Il gruppo non-profit da anni fa pressioni su McDonald’s sostenendo che sia una delle principali cause dell’obesità tra i bambini e gli adolescenti. E ieri ha partecipato all’assemblea per presentare una mozione che costringa la multinazionale a cambiare i suoi menù ricevendo solo il 6,3% dei voti degli azionisti.Intanto se McDonald’s sta cercando di ripulire la sua immagine nei Paesi occidentali – in Italia da oggi è in vendita un’insalata di pasta prodotta insieme a Barilla – non si può dire che stia facendo altrettanto nel resto del mondo. In Giappone, ad esempio, alcuni ristoranti della catena hanno introdotto le mega-patatine, l’equivalente di due porzioni grandi negli Stati Uniti per un totale di 1.142 calorie. La super porzione è finita su tutti i media americani, incluso il canale tv finanziario CNBC.La multinazionale si è giustificata sostenendo che siano state studiate per essere divise tra più persone. Peccato che nel Paese non ci sia una bambina di nove anni pronta a prendere in mano il microfono e rispondere: “Smettetela di prenderci in giro”.

>Fonte<
Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.