RADIO VATICANA – COME UNA BOMBA ATOMICA !!

radio-vaticana

COME UNA BOMBA ATOMICA

Con queste parole sono stati descritti gli effetti delle antenne di Radio Vaticana sulla popolazione residente a ridosso di esse, nella zona Roma Nord e in numerosi comuni limitrofi agli impianti di Santa Maria di Galeria. Un poderoso impianto costruito su circa 430 ettari, composto da 33 antenne che trasmettono in tutto il mondo. Una stima di 170.000 persone coinvolte, tra uomini, donne e bambini, tenute all’oscuro di un pericolo invisibile, ma fortemente reale: l’elettrosmog. Persone che hanno visto i propri cari ammalarsi e spesso morire di leucemia o di tumore, con tassi d’incidenza enormemente più alti della media nazionale. Persone che, per anni, hanno invocato giustizia dalle piazze e attraverso i comitati a tutela del basilare diritto alla salute e alla vita.

 

ALESSIO RAMACCIONI E FRANCESCA ROMANA

Raccontano quella che negli anni è divenuta anche una loro battaglia, giornalistica e processuale: le evidenze emerse nei due processi per getto pericoloso di cose e omicidio colposo plurimo, gli studi medici, le perizie, le testimonianze sconvolgenti delle vittime e i documenti originali sollevano mille interrogativi sulle responsabilità di chi poteva intervenire e non lo ha fatto, a partire dalla nostra classe politica e dai mezzi d’informazione. Maggiori informazioni su www.bombatomica.com soprattutto nella sezione documenti ove trovate la perizia mediante indagine epidemiologica depositata al tribunale penale di Roma nonché la prova che Veronesi giudica innocue le emissioni elettromagnetiche dei ripetitori (d’altronde è sempre lui che propaganda il nucleare e afferma l’innocuità degli inceneritori).

 

>Fonte<

redatto da Pjmanc  http://ilfattaccio.org

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.