SEGNALATI 105 FARMACI POTENZIALMENTE PERICOLOSI- Ecco la lista

SONO 105 I FARMACI CHE DA OTTOBRE DI QUEST’ANNO SARANNO OBBLIGATORIAMENTE SEGNALATI CON UN TRIANGOLO NERO ROVESCIATO PER TUTELARE I CONSUMATORI

Lo rende pubblico l’EMA, chiarendo che “non vuol dire che la medicina non sia sicura, ma che si vogliono incoraggiare professionisti sanitari e pazienti a segnalare le reazioni avverse sospette, quando si tratta di un farmaco nuovo sul mercato o c’è una limitazione nei dati disponibili sulla sua sicurezza”. Si tratta di farmaci con nuove sostanze attive, farmaci biologici (del tipo dei vaccini) oppure prodotti sui quali l’azienza, per qualche motivo, non ha fornito dati sufficienti. Per il settore italiano, se n’è occupata l’Aifa, che, sul suo sito ufficiale, insieme con l’elenco dei farmaci sottoposti a segnalazione, ha dichiarato: “Si tratta di un provvedimento che rafforza la sorveglianza post marketing a tutela della salute dei cittadini e che prevede un’ulteriore attività di vigilanza per quei medicinali per i quali sono disponibili dati di sicurezza limitati, nell’ottica della trasparenza e del maggior coinvolgimento di pazienti e operatori sanitari nella segnalazione di reazioni avverse”. Per la causa, l’Agenzia Italiana del Farmaco ha anche aperto una sezione dedicata alla farmacovigilanza nel proprio sito ufficiale. La più soddifatta della decisione è stata la FederAnziani, che con un “finalmente” ha commentato quella che può essere una svolta positiva a favore degli anziani rispetto alle “reazioni avverse” di molti farmaci. La nuova campagna “Occhio al triangolo: al minimo sintomo avvertici” sarà lanciata in tutta Italia dall’associazione a favore dei 3 milioni di anziani assuntori di farmaci nel Paese, ma soprattutto per sensibilizzare la popolazione ad una problematica di questo calibro.

 

IN DEFINITIVA I FARMACI AI QUALI BISOGNERA’ FARE ATTENZIONE SONO:

Adasuve, Adcetris, Aldurazyme, AMYViD, Arzerra, Atriance, ATryn, Benlysta, Betmiga, Bexsero, BindRen, Bosulif, Bretaris Genuair, Caprelsa, Ceplene, Champix, Cinryze, Cleviprex emulsion for injection 0.5 mg/ml, Constella, Cuprymina, Dacogen, Dexdor, Diacomit, Dificlir,

Edarbi, Edurant, Eklira Genuair, Elaprase, Eliquis, Elvanse2, Enurev Breezhaler, Esbriet, Eurartesim, Eviplera, Evoltra, Exjade, Eylea, Fampyra, Firdapse, Fluenz, Forxiga, Fycompa, Gilenya, Glybera, Halaven, Ilaris, Incivo, Increlex, Influsplit Tetra3, Inlyta, Intelence, Invirase, Ipreziv, Jakavi, Jentadueto, Jetrea, Jevtana, Kalydeco,

Krystexxa, LacTEST, Lyxumia, Naglazyme, NexoBrid, Nimenrix, NovoThirteen,
Nulojix,
Optimark, Pandemrix, Perjeta, Picato, Pixuvri, Prialt, Replagal, Revestive, Rienso,
Ryzodeg,
Seebri Breezhaler, Selincro, Teysuno, Tovanor Breezhaler, Trajenta, Tresiba ,
Trobalt, Tygacil, Tysabri,

Tyverb, Vectibix, Vedrop, Ventavis, Vepacel, Victrelis, Votubia, Vyndaqel,
Xagrid, Xalkori, Xgeva,
Xiapex, Yellox, Yervoy , Yondelis, Zaltrap, Zelboraf, Zinforo, Zytiga.

 

>Fonte<
 Redatto da Pjmanc:  http://ilfattaccio.org

5 Comments

  1. Per gli amministratori: ma la data di pubblicazione perché è sparita?? Come si fa a pensare di essere credibili pubblicando notizie senza uno straccio di data??
    Fino a qualche tempo fa c’era, in alto a destra, avete pensato di eliminarla per non fare invecchiare le notizie?? Che senso ha? Almeno in calce ci va!
    Ciao

  2. Per amore di tutti i Santi e per Dio, scrivete, rivelate, diffondete, informate effetti collaterali devastanti e irreversibili di “Crestor” contro colestrollo alto, “Atrovastatin”, idem, ecc. si trovano anche su Internet, grazie di cuore .

  3. Molte di questi farmaci potrebbero essere sostituiti con prodotti naturali “e non parlo di erbe, che in certi casi potrebbero essere anche pericolose”, ma di cibo e buona alimentazione:
    P.e sostituire “più spesso” la carne con dei legumi, specialmente le lenticchie e i ceci, che abbassano notevolmente il colesterolo.
    Diminuire l’uso del sale o degli alimenti molto salati “come formaggi e salumi” magari sostituendo la sapidità con l’uso di erbe aromatiche, spezie e peperoncino”, questo diminuisce notevolmente la pressione.
    Comunque molta della colpa dipende dalle industrie alimentari, che mettono enormi quantità di sale e di correttori di sapidità all’interno di alcuni cibi, particolarmente in cose come ravioli, salse, pizze pronte, cibi precotti, ecc.”.
    Invece dovrebbero abituare i consumatori, riducendo progressivamente il sale, lo zucchero e gli aromi:
    Magari facendoci ri-abituare progressivamente agli aromi delle nostre erbe ed al piccante, il piccante non fa male a nessuno (in passato si usano molte più spezie) ed in paesi come l’India il piccante è una normale “e piacevole” consuetudine, perfino i pop-corn “più che di sale” sono ricoperti di peperoncino in polvere e curcuma (eccellenti spezie, con infinite qualità medicinali) sono molto più buoni ed anche i bambini indiani più piccoli li gradiscono molto.

  4. I farmaci uccidono, non è una novità, mi spiace solo che non siano messi in elenco i farmaci che hanno ucciso mia madre invece di curarla, REVLIMID in testa!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.