UN DENTIFRICIO ALLE ALGHE PER BLOCCARE LA CARIE

IN QUESTA IMMAGINE

è possibile vedere la differenza tra l’area dentale trattata con Bacillus licheniformis e quella con un normale dentifricio. La parte rosata dei denti a destra è la placca dentale.I ricercatori della Newcastle University stavano studiando l’impiego di un enzima estratto da un batterio marino, il Bacillus Licheniformis, per pulire gli scafi delle imbarcazioni. Ma nel corso delle sperimentazioni hanno scoperto che l’enzima isolato ha la proprietà, se aggiunto a dentifrici e colluttori, di proteggere gli spazi interdentali, sede d’elezione dei batteri che causano la placca dentale e conseguentemente la carie. “La placca dentale è costituita da batteri che colonizzano un’area nel tentativo di allontanare qualsiasi potenziale concorrente – Ha spiegato Nick Jakubovics della Scuola di Scienze Dentali dell’ateneo inglese – I dentifrici tradizionali funzionano lavando via la placca che contiene i batteri, ma la loro azione non sempre è efficace. Nei nostri laboratori abbiamo scoperto che questo enzima è in grado di eliminare i batteri indesiderati dalla placca dentale”.

>Fonte<

Redatto da Pjmanc:  http://ilfattaccio.org

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ otto = 12

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>