RUSSIA PUTIN VARA LA LEGGE ANTI-GAY – E’ vietato parlarne in pubblico

UN CORO DI FORTI CRITICHE VERSO LA RUSSIA

 In seguito all’approvazione della legge anti-gay varata da Putin. La norma vieta a livello nazionale la “propaganda dell’omosessualità davanti a minori”. La nuova legge, approvata in prima lettura dalla Duma, ha provocato scontri a Mosca tra i difensori dei diritti degli omosessuali e gli estremisti ortodossi e portato all’arresto di 20 persone. Niente più ‘gay pride’, ma neanche la possibilità di parlare in pubblico dell’omosessualità. E le multe per chi sgarra sono salate, dai 100-125 euro per i singoli individui ai 12.500 euro per gli enti giuridici. Ieri alcuni omosessuali hanno manifestato davanti alla Duma con un pacifico ‘kiss-in’, ma sono stati aggrediti da un gruppo di ultra-ortodossi con uova e vernice, cercando e ottenendo lo scontro fisico. A quel punto è intervenuta la polizia. Il ddl controverso sembra infatti destinato ad essere approvato rapidamente e a generare tensioni. Vladimir Putin tace. Sull’omosessualità ha sempre evitato di esprimere pareri ma ha sempre precisato: “La Russia ha un problema demografico, io ho il dovere di occuparmi dei diritti delle coppie che generano prole”.

Fonte
Redatto da Pjmanc:  http://ilfattaccio.org

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ sette = 15

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>