ORA SOTTO ACCUSA MOMENT E VOLTAREN

TEMPI DURI PER CHI SOFFRE FREQUENTEMENTE DI MAL DI TESTA

dolori reumatici o forti dolori mestruali e ricorre spessissimo agli antidolorifici. Dopo la messa al bando del Vioxx e di tutti i farmaci a base dello stesso tipo di molecole, i cosiddetti Cox2, gli studiosi hanno messo sotto accusa altre due famiglie di medicinali: quelli a base di ibuprofen, come il Moment e il Buscofen, e quelli che contengono il diclofenac, come ilVoltaren. Le due sostanze, infatti, aumentano le percentuali di rischio per l’infarto. La notizia è stata diffusa dal quotidiano britannico The Guardian, dopo che sull’autorevole rivista British Medical Journal è stata pubblicata una ricerca dell’Università di Nottingham sui rischi legati agli antidolorifici. Le autrici dello studio epidemiologico, Julia Hippisley-Cox e Carol Coupland, hanno identificato 9.218 pazienti in Inghilterra, Galles e Scozia, tra i 25 e i 100 anni, che hanno già sofferto di un primo infarto e li hanno tenuti sotto osservazione. Nelle valutazioni finali, naturalmente, sono stati considerati i fattori come l’età, le malattie cardiovascolari diagnosticate, il fumo e il consumo di altri farmaci, come l’Aspirina che riduce il rischio di un attacco di cuore. Il risultato è stato che con il consumo di ibuprofen il rischio infarto cresce del 24 per cento, mentre con l’assunzione di diclofenac aumenta addirittura del 55 per cento. Per quanti hanno curato il dolore con il rofecoxib, il principio attivo del Vioxx, il rischio infarto è salito del 32 per cento, contro il 21 per cento in più di un altro Cox2, il celecobix contenuto nel Celebrex. In Gran Bretagna l’attenzione si è tutta concentrata sull’ibuprofen, da sempre considerato uno dei farmaci più sicuri del mercato e usatissimo come sostituto del Vioxx. Secondo le ricercatrici, ogni 1.005 persone ultra sessantacinquenni che assumono ibuprofen, uno subirà un infarto. E per capire l’impatto dei numeri, è bene considerare che solo oltremanica i pazienti che soffrono di artrite e sono quindi potenziali consumatori di antidolorifici, sono circa 9 milioni.

fonte : http://disinformazione.it

Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

4 thoughts on “ORA SOTTO ACCUSA MOMENT E VOLTAREN

  1. emicrania wikipedia :”Alimenti contenenti glutine
    Alcuni soggetti affetti da emicrania riferiscono di trarre giovamento riducendo l’assunzione di cibi contenenti glutine (alimenti contenenti farine di frumento, avena, orzo, segale, farro, spelta, kamut, triticale, monococco). In base a questi dati, uno studio ha dimostrato come la popolazione affetta da emicrania abbia una possibilità 10 volte maggiore rispetto alla popolazione sana di essere affetta da morbo celiaco.[19] Un altro studio ha mostrato come 10 pazienti affetti da cefalea cronica resistente al trattamento fossero affetti da celiachia; tra questi, 9 decisero di sottoporsi ad una dieta priva di glutine e in 7 si notò la completa remissione dalla sintomatologia emicranica.[20]”

    blog : http://www.facebook.com/robedaciliaci (non è scienza, solo fantascienza)

    1) si sta meglio senza assumere farmaci, solo modificando la dieta
    2) non bisognerebbe finanziare i malati, bensì produrre cibi meno glutinosi per TUTTI
    3) molti sono intolleranti e non sapendolo si curano “in qualche modo” con farmaci costosi
    4) taluni negano ulteriori accertamenti a coloro che si sono guariti da soli
    5) taluni negano l’esistenza delle intolleranze per business

  2. questo è ovvio,nn occorre scriverlo,è x la banca mondiale:io tassarei tutti gli assetati ke vivono nell’ingordigia + bestiale dei sensi e del potere!Brava gente che muove i fili su questa terra…brava,brava gente “si credono potenti e gli va bene quello che fanno e tutto gli appartiene!” F.Battiato;xò io sono troppo stanco,ci sarà 1 raggio di sole ke mi trafiggerà il cuore il cuore mio x il pianeta,x l’unanità,x la vita, e si,si… si si proprio così!Il cuore mio anke x TE!(Dove 6???)

  3. In passato utilizzavo sovente il Moment per il mal di testa; fortunatamente ho smesso di usarlo quando ho iniziato ad accusare un effetto collaterale, ovvero se lo assumevo mi si gonfiavano le labbra. Ora, se proprio non posso fare a meno di un antidolorifico assumo paracetamolo, certo che è meglio evitare i farmaci dato che hanno sempre controindicazioni

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


2 × tre =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>