IL BICARBONATO ANTICANCRO INGUAIA LE CASE FARMACEUTICHE

 

 Dr.MARK PAGEL DELLA UNIVERSITY OF ARIZONA CANCER CENTER

riceverà 2 milioni di dollari dal National Institutes of Health per studiare l’efficacia della terapia personalizzata con bicarbonato di sodio per il trattamento del cancro al seno. In realtà, il bicarbonato di sodio è una delle cure più efficaci contro malattie acute come influenza e raffreddore, inoltre, se assunto per via orale e transdermica, ecco che il bicarbonato diventa una prima cura per il trattamento del cancro, malattie renali, diabete e, come detto prima, raffreddore e influenza.In sostanza, il bicarbonato agirebbe sul grado di acidità del nostro sangue. Il pH del nostro sangue e dei nostri fluidi corporei non rappresenta altro che il nostro stato di salute e il bicarbonato rappresenterebbe un vero e proprio regolatore del pH agendo direttamente sul livello acido-alcalino alla base della salute umana.La scala del pH è come un termometro del nostro stato di salute a tal punto che valori al di sopra o al di sotto di 7,35-7,45 possono segnalare sintomi di malattie o patologie gravi. Difatti, quando il corpo non riesce più a neutralizzare gli acidi, essi vengono trasferiti nei fluidi extracellulari e nel tessuto connettivo recando danni all’integrità cellulare. Tanto più il nostro sangue è acido, tanto più manca ossigeno, elemento fondamentale per il funzionamento delle nostre cellule.

 

PER FARVI UN ESEMPIO

Un lago colpito da piogge acide, vedrà i suoi pesci morire soffocati per non disponibilità di ossigeno. Per riportare il lago in vita, e per portare ossigeno, bisogna alcalinizzare l’acqua. Questo esempio è fondamentale in quanto il cancro è sempre legato ad un ambiente acido (mancante di ossigeno). Un altro esempio è riconducibile all’effetto negativo dello smog e dell’inquinamento. Come sappiamo, l’inquinamento diminuisce l’ossigeno e ben conosciamo come l’inquinamento influisce in modo negativo sul nostro stato di salute. In tutto ciò, per praticare la cura del pH, non bisogna essere medici ma bisogna semplicemente capire qual è il funzionamento della cura e agire di conseguenza.Quali ripercussioni per le case farmaceutiche? Sicuramente risentirebbero negativamente in quanto diminuirebbero domanda e consumi per medicinali chemioterapici, per la cura del cancro in genere, per la cura delle malattie come diabete e malattie più comuni come influenza e raffreddore. Un bel problema per le case farmaceutiche, un problema risolto per la nostra salute e per il nostro benessere.

Di – David Pascucci

Fonte : ibtimes.com

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

44 thoughts on “IL BICARBONATO ANTICANCRO INGUAIA LE CASE FARMACEUTICHE

    • non mi ricordo dove l’ho letto ma so che un limone spremuto, un cucchiaino da the di bicarbonato di sodio in 230 ml di acqua, tutto sciolto e bevuto (chi dice subito chi dice lentamente) puo’ essere un’ottima alcalinizzazione. Prova. Cri

      • Scusami se ti contraddico ma il bicarbonato non bisogna prenderlo dopo i pasti…infatti al nostro stomaco per digerire il cibo appena mangiato servono più acidi possibili, ed assumere bicarbonato o frutta dopo i pasti, entrambi alcalinizzatori dell’organismo, produrrebbe una digestione inefficace o addirittura si rischia di dar di stomaco (avete mai mangiato frutta dopo i pasti, e vi siete sentiti pesanti?).
        Il bicarbonato è un ottimo alcalinizzatore come lo sono l’esercizio fisico che ossigena il sangue, e le centrifughe di frutta, LONTANE DAI PASTI…non serve molto per alcalinizzare il corpo, basta mangiare con buon senso, evitare troppa carne, troppi cibi fritti e saturi, e troppo sale e troppo zucchero…il TROPPO fa male in tutto…cmq ci sono cibi che alcalinizzano molto, le verdure ad esempio.

    • la dieta è sempre la base di tutto, cmq evitare il più possibile i cibi ‘acidi’ e preferire quelli alcalinizzanti. per esempio e generalizzando, tanta frutta e verdura (possibilmente cruda) …e cmq secondo me un ottino integratore sono i SALI MINERALI DI CLAUDI

    • Per alcalinizzare il corpo e quindi innalzare il pH, bisogna innanzitutto bere della buona acqua alcalina, poi anche i cibi sono molto importanti, frutta e verdura sono alcalini, mentre la carne e il pesce sono cibi che inacidiscono il nostro corpo. Quindi per ristabilire il corretto equilibrio acido-base del nostro corpo dobbiamo bere minimo due litri di acqua alcalina però lontano dai pasti. La migliore è quella assunta al mattino: dai 2 ai 3 bicchiari a digiuno.

    • A giorni sarà in commercio online un filtro alcalinizzante dell’acqua al costo di soli 30 euro e della durata di un anno.
      Non so se è possibile pubblicizzare il sito in questione su questo blog.
      Chiedo gentilmente all’admin di darmi conferma.
      A presto :-)

    • Ciao, dieta vegetariana…. le proteine di origine vegetale (legumi)… tanta frutta e verdura…. limone è alkalino.Bicarbonato viene anche neutralizzato nello stomaco da parte dei succhi gastrici che sono acidi.

  1. ma da dove hai preso la notiza David Pascucci? Perchè sul sito del times (http://www.ibtimes.com/) qualunque ricerca in merito a bicarbonato (bicarbonate) è infruttuosa.
    Pubblica per cortesia il link alla notizia originale di modo che si possa capire che questa che scrivi è reale.
    grazie

  2. Evitate di dare in questo modo le notizie : rischiate di dare false speranze, anzi, “quasi certezze”. C’è già, nelle risposte, chi tira fuori Simoncini, che ha espresso la teoria (solo sua e indimostrata) che la patologia tumorale sia di origine micotica. Siccome le micosi sono sfavorite in ambiente alcalino … anche i tumori …
    In vitro alcune ricerche recenti condotte negli USA hanno dimostrato che le cellule tumorali sono rallentate in ambiente alcalino, il che potrebbe quindi favorire l’azione chemioterapica mirata. Nello stesso tempo, però, in vivo, hanno dimostrato che si favorirebbe, forse, la dispersione delle cellule con metastasi più frequenti e che, per raggiungere il Ph alcalino necessario, si porterebbe l’organismo a gravi stati di alcalosi, compromettenti la vita.  Il Simoncini è stato radiato dall’Ord. dei Medici anni fa e condannato anche per omicidio colposo, sia qui che in Canada, dove si era ritirato a continuare le sue terapie con … effetti tragici. Pubblicità fasulla, con finti caso di guarigione, tanti bei soldini per la cura ecc., complicanze dovute a tentativi d’immissione arteriosa della soluzione di bicarbonato in regioni vicine al tumore … insomma, un disastro.
    Mi dispiace. Lasciamo svolgere la Ricerca seria, prima di sparare cavolate, altrimenti potremmo domandarci : a quando consigli su maghi, guaritori, chirurghi che operano con le mani, senza bisturi, sciamani che curano con le erbe, sieri di Bonicio e simili, urina di capra (come un “famoso” oncologo genovese … .?!!
    Per curiosità leggere :  http://it.wikipedia.org/wiki/Il_cancro_è_un_fungo

    • Curarsi è un diritto del malato ed egli ha diritto di scegliersi la cura anche se differente dalla medicina tradizionale o perchè quella ufficiale non funziona per quel tipo di patologia. Non capisco perchè la ricerca alternativa debba essere boicottata a priori e non invece studiata e approfondita o non si debbano tener conto di casi che hanno reso una migliore qualità di vita e hanno dato dignità al malato. La medicina ha un codice etico e una responsabilità nei confronti del malato e di chi semplicemente non ha più una speranza e chiede solo di essere aiutato dandogli la possibilità di scegliersi la cura.

    • Quasi tutto condivisibile. Il “quasi” è determinato da un nome che compare sul finire del tuo commento: siero di Boni(fa)cio. Qui conta la mia esperienza piveersonale. Alla fine degli anni ’70 tre persone residenti nel mio paese, date per malati terminali di tre diverse forme neoplasiche, sono perfettamente guarite proprio grazie all’assunzione di quel siero. Due di esse sono decedute per “raggiunti limiti di età”, ma una è ancora viva e vegeta nonchè in grado di testimoniare la veridicità dei fatti. Il dott. Bonifacio, che era un veterinario, morì dannato per non aver potuto proseguire nella sua opera che svolgeva in modalità assolutamente gratuita.

    • Finiamola con le solite leggende! Il cancro si curerebbe con il bicarbonato, con l’aloe, ecc. e guarda al caso le case farmaceutiche ce lo tiene nascosto per tutelare i propri interessi!? Ma vi prego signori…ragionate, anche i medici e i ricercatori si ammalano di cancro e muoiono, se fosse così semplice curare il cancro chiunque vi ricorrerebbe e nessuno morirebbe! Gli interessi e profitti delle case farmaceutiche esistono come esistono in tutti gli altri campi, ma affermare che il cancro è una malattia curabile con mezzi semplici è da PAZZI! Anche il pomodoro in virtù del licopene ha proprietà anticancro, come i broccoli che contiene suforafano ha proprietà protettive contro i tumori, ma affermare che possano guarire i tumori è follia. Inoltre se parliamo di interessi e speculazioni sappiate che il Dottor Simoncini chiedeva compensi anche di 20.000 euro per fare iniezioni di piccole dosi bicarbonato, ma alla fine la gente moriva lo stesso.

      • E’ interessante quello che si legge tra le righe del commento di Arnesis. La cura migliore per il cancro è la PREVENZIONE, ed una sana alimentazione ricca in vegetali, e di conseguenza di fitonutrienti, è la miglior terapia preventiva che possiamo mettere in atto.

    • Certo Sabrina, quindi meglio un mondo di ammalati di cancro che “non” si curano con la chemioterapia che qualche centinaio di operai che si ricollocano. Io ti immagino Sabrina, devi essere una persona che nella vita ha concluso poco, vede la vita da una finestrella, vede gli altri che vivono ma lei è li nella sua stanzetta, al sicuro ma insoddisfatta, subisce supinamente gli eventi perchè poi chissà che cosa succede e nella sua testolina vine fuori un’idea fantastica: pensa che disgrazia se trovassero la cura per il cancro…qualche “povero” operaio potrebbe rimanere senza lavoro..e pensa ai figli, poverini!!!! No No meglio che il cancro continui a mietere milioni di vittime e speriamo Dio ci mandi qualche altra malattia, così l’occupazione aumenta!!!!!!

  3. Immancabili i detrattori, chissà come mai sempre presenti, accorati e dotati di buona dialettica, notizie contrastanti belle pronte (sempre molto/troppo simili a quelle divulgate dai messmedia, che é notorio sono dalla parte del più forte, ovvero di chi paga) e arte di convincimento. Tutta questa abilità ha un costo immagino.. Chi potrebbe sostenerlo? I piccoli ricercatori solitari o le grandi multinazionali farmaceutiche?
    É un grande bene che persone come Simoncini, Pantellini (del quale esiste la Fondazione a Firenze, potete informarvi sull’uso di Ascorbato di Potassio + Ribosio), Di Bella, Hulda Clark e tanti altri (non solo in campo medico ma in ogni forma di ricerca volta al bene) non hanno avuto la paura di perderci la faccia in pubblico (in molti casi anche la vita) piuttosto di non perderci l’anima come le farmaceutiche e CHI lavora (sporco) per loro.

  4. Immancabili i detrattori, chissà come mai sempre presenti, accorati e dotati di buona dialettica, notizie contrastanti belle pronte (sempre molto/troppo simili a quelle divulgate dai massmedia, che é notorio sono dalla parte del più forte, ovvero di chi paga) e arte di convincimento. Tutta questa abilità ha un costo immagino.. Chi potrebbe sostenerlo? I piccoli ricercatori solitari o le grandi multinazionali farmaceutiche?
    É un grande bene che persone come Simoncini, Pantellini (del quale esiste la Fondazione a Firenze, potete informarvi sull’uso di Ascorbato di Potassio + Ribosio), Di Bella, Hulda Clark e tanti altri (non solo in campo medico ma in ogni forma di ricerca volta al bene) non abbiano avuto la paura di perderci la faccia in pubblico (in molti casi anche la vita) piuttosto di non perderci l’anima come le farmaceutiche e CHI lavora (sporco) per loro. Ringraziarli é il minimo, diffamarli diabolico.

  5. Big Pharma se ne frega della saulte della gente, a Big Pharma e ai suoi burattini benpagati interessano solo i soldi e il potere. La ricerca scientifica è morta da un pezzo, c’è rimasto solo il businness. I veri ricercatori vengono denigrati, poi ridicolizzati, e poi, se solo provano a mettere in forse i grossi interessi economici in gioco, vengono fatti fuori, gli viene distrutta la carriera, fino ad arrivare alla eliminazione fisica, se necessario: così vengono “suicidati” e non rompono più le scatole. Questo succede in tutti i campi dello scibile e delle attività umane: medicina, politca, tecnologica, giornalismo, finanza, ecc.
    Siamo tutti dei pupazzi in mano alla massoneria,, a sua volta in mano ai grandi burattinai.

  6. Queste notizie NEXUS le ha pubblicate parecchio tempo fà,è avanti un anno,e non solo in questo campo.Franco liberatore non ha citato altri come la Caisse,alla quale il governo Canadese aveva aperto una clinica,e riconosciuto ufficialmente che guariva i tumori.improvvisamente ,chiuso tutto e la solita denigrazione,discorsi triti e ritriti.Gherson,che Veronesi definisce al massimo una dietina a base di verdure,Lui che inneggia agli OGM dicendo che sono buoni e fanno bene ,è vegetariano, La vitamina B 17 e altre metodologie che nessuno si sente di sperimentare,perchè se ti dicono hai un tumore,non sei più in grado di ragionare,ma,schiavo della scienza medica e pertanto chemioterapia. Gli oncologi americani sotengono :di tumore si può guarire,di chemioterapia si muore,Hammer,che la scienza ufficiale ha dovuto amettere che le diagnosi non le sbaglia mai,e via dicendo.Poi non mi spiego, che, se muore un paziente a Simoncini, denunciato e condannato per omicidio,anche se chi si è rivolto a lui,era stato mandato a morire a casa,perche oramai spacciato.Se muore all’ospedale per effetto della chemioterapia è la volontà di DIO.
    Non so se siete documentati ma la percentuale delle guarigioni e fatta in un lasso di tempo di 5 anni.Se in questi 5 anni non sviluppi un tumore vai nella percentuale delle guarigioni,anche se nel frattempo sei morto di effetti collaterali o ha sviluppato un tumore dopo il quinto anno..La discussione è aperta avanti,a forza di parlarne……….

    • bè i vostri commenti … si commentano da sè, chi sostiene chi no. Fa parte di una dialettica in un settore dove esistono troppi interessi economici e mille timori su un male che purtroppo vede un costante aumento di casi.
      Credo senza voler fare affermazioni che mi trovano incompetente in quasto campo, che il bicarbonato non sia LA CURA, ma che una corretta alimentazione e l’abitudine di “alcalinizzare” l’organismo possa portare ad un maggiore benessere generale. Poi da qui a fare affermazioni così forti….non me la sentirei proprio.

    • tutto vero,tutto falso. Il fatto sicuro è che a tutt’oggi
      cosa sia l’esatta causa che intacca le cellule che diventano tumorali nessun al mondo lo sa con certezza.
      Se il fatto fosse noto ci sarebbe anche l’antidoto per non farle prosperare. molti ricercatori si sono avvicinati e credo che anche la storia del biccarbonato possa avere una sua valenza ma un po’per incedulità in una soluzione così facile, molto per non mandare a puttane i miliardi delle cure chemio chi ha la sfortuna di incappare nella patologia deve sperare che il decorso non le sia sfavorevole e che la chemio dopo averle distrutto le cellule malate, le lasci integre quelle sane. non lo sapremo mai, purtroppo, dovremo credere a quello che ci raccontano.

  7. Il limone, anche se “acido”, alcalinizza il sangue.
    E la semplice acqua(anch’essa alcalinizzante), soprattutto a stomaco vuoto, aiuta ad eliminare gli acidi urici. Anche per questo motivo, è utile bere molto a stomaco vuoto.
    Vitamina C ad alte dosi(il limone ne ha molta), ha avuto effetti “bloccanti” su alcuni tipi di tumore. Il potere di questa vitamina, viene “oscurato” dalle case farmaceutiche, proprio perché la loro intenzione è curarti con le medicine…

  8. mio padre è morto di cancro al cervello dal momento che gli è stato diagnosticato durante un intervento di urgenza per aneurisma provocato sicuramente dal cancro al momento in cui è morto è trascorso un mese .Molti casi di cancro hanno un decorso simile dal momento in cui vengono scoperti operati in moltissimi casi il decorso non cambia .in questi casi a che cosa servirebbero le assunzioni di bicarbonato?se si discute di medicina preventiva è una cosa se si parla di cura alternativa occorre distinguere caso per caso ,tipi di tumori e gravità del male .altrimeni stiamo facendo solo disinformazione.

  9. Mah.
    Da certi pazzi, che usano giudicare la vita degli altri e offendere (vedi tale Fede con tale Sabrina) se fossero medici, ma anche lavapadelle, non mi farei dare nemmeno il saluto, altro che medicine.
    Siete di un livore poco raccomandabile, e col bicarbonato fateci i gargarismi: ma con quella stessa boccaccia ci baciate la mamma?

  10. Calma e andiamo con ordine:
    1) Non si deve assolutamente prendere come oro colato qualunque sperimentazione, scoperta o consiglio della nonna se non assodato dal più grande studioso del mondo: IL TEMPO.
    2) Moltissimi scienziati, studiosi e ricercatori ci hanno rimesso la vita e la reputazione per i loro esperimenti: moltissimi sono quelli rimasti anonimi.
    3) Ovvio per l’industria farmaceutica vendere il farmaco più testato anziché il nuovo, che deve vincere le resistenze del mercato, ma è anche ovvio che se quella casa farmaceutica trovasse l’elisir di lunga vita, potrebbe divenire in un istante padrona del mondo!
    4) La vera speculazione è quella di presentare una notizia, anzi ESTRAPOLARE una notizia da un contesto e renderla un scoop sensazionalistico, soprattutto sulla pelle degli altri.

  11. È una cura eccellente per tutti quelli che non sono malati. Perchè proprio non conosco nessuno che, malato davvero dopo una diagnosi di tumore, dice al medico che alla chemioterapia preferisce il bicarnbonato. Quindi beati voi sani che non vi costa niente parlare a vanvera di cose simili, che Dio vi conservi così.

  12. mantenersi il più possibile alcalini è decisamente la soluzione alla maggior parte delle malattie oltre che ad essere il top come soluzione per tutto quello che comporta la PREVENZIONE

    http://www.starebene.sanuslife.net

    in questo sito capirete esattamente che benefici comporta bere alcalino è un’informazione assolutamente da divulgare!

    complimenti per il blog e per l’impegno

    vi auguro il meglio e soprattutto tantissima salute

    cordiali saluti
    Carlo Cassol

  13. Ero bambino, (sessanta anni fa)con mio zio a volte andavo a Napoli, ricordo ancora il sapore delicato e speciale di questo composto. Ci fermavamo a Mergellina, c’era l’acquaiolo e la ormai introvabile acqua detta “di mummarella” un acqua sulfurea che scaturiva naturale. 1/2 bicchiere di acqua, mezzo limone spremuto e appena era pronto l’acquaiolo metteva nel bicchiere una punta di cucchiaio di bicarbonato, nell’istante in cui toccava acqua partiva un processo chimico, schiumava tutto e bisognava bere in fretta per non farlo fuoriuscire. Sapori indimenticabili e, caro amico che scrivi che non è digestivo! prova! è super-digestivo.Non so se poi sia efficiente come descritto nel post, ma vi assicuro che come bevanda dissetante, come digestivo è esistito a Napoli da secoli.

  14. Sul sito http://www.lightflow.it/benesseresalute è possibile acquistare dei prodotti per la Salute ed il Benessere psico-fisico efficaci, con dispositivo medico conforme alle direttive UE/93/42/ CEE (incluse 2007/47/EC), scientificamente testati e privi di controindicazioni.
    Tra questi prodotti c’è anche un filtro ionizzante per l’acqua in grado di renderla alcalina.
    Il sito è ancora in lavorazione ma è già possibile ordinare la maggior parte dei prodotti in vendita.

    • e’ possible oggi diventare il piu possibili alkalini pensando positivo,meditando,facendo yoga,perdonando chi ci ha fatto del male,imparando a respirare ,mettendo sulla pelle saponi e oli naturali tipo mary rose, ect…diventando vegetariani ,usando i germogli vivi,
      la stevia o la miracolina, al posto dello zucchero,
      il sale rosa imalayano e in poche quantita’,
      l’olio d’oliva a crudo, cucinando con spezie e il coperchio cook magic, che non raggiunge i 60 °della richard ginori,usando il fungo ganoderma o la zeolite ,piu in fretta se prima puliamo il fegato e il coprpo dalle scorie,e i metalli pesanti,usando l’idrovolon,l’eletrolisi,e poi facendo una buona rieducazione alimentare .meglio se si diventa crudisti e si beve acqua ionizzata/alkalina liscia e almeno 3 lt,poiche siam fatti + del 75% di acqua, o con le macchine asiagem-kangen.ect…o con alkawater o almeno con un limone al giorno…ect……dany

  15. Personalmente come anche nel mio sito dico, http://uomomedicina.it/bicarbonato-di-sodio le cure alternative devono mirare ad alleggerire l’uso che nella società facciamo delle medicine allopatiche non certo per forza sostituirle: è necessario usare la logica e il buon senso senza dare adito a affermazioni negativiste o positiviste per eccesso ma considerare le reali proprietà dei prodotti che si spingono all’attenzione del pubblico. Personalmente ho provato vari rimedi nella mia vita ma è vero anche che ho un sistema immunitario molto forte. Come ha detto qualcuno in questa discussione “e’ necessario valutare caso per caso” senza generalizzare.

  16. Condivido il principio di alcalinizzare, ma quello che non mi sta bene è lo ione sodio presente nel comune bicarbonato, con tutti i suoi effetti negativi. Attendo risposte, grazie

  17. Ciao a tutti,

    io vorrei solo fare una domanda a chi non crede nella medicina alternativa,. La chemioterapia quante persone salva? Mio nonno è morto proprio a causa di questa cura, da un tumore ai polmoni gli sono arrivati altri mille problemi… Poi però viene radiato dall’albo dei medici chi non si allinea a questo tipo di medicina… Io penso che bisognerebbe provare tutte le strade prima di dare sentenza… E poi secondo voi le case farmaceutiche, che fanno miliardi di farmaci per un semplice mal di gola o per una diarrea che passerebbe bevendo solo acqua e limone, vogliono solo la nostra salute? Davvero pensate questo?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 1 = due

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>