SIAMO POVERI COME NEL DOPOGUERRA: CALO DEI CONSUMI COME NEL 1946

 
I DATI DELL’ISTAT SONO CHIARI E PREOCCUPANTI

L’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio segna una flessione dello 0,2%. Per quanto riguarda una statistica effettuata su base mensile il calo di vendite è dello 0,1% per i prodotti alimentari e dello 0,3% per quelli non alimentari. Sotto un profilo trimestrale, l’indice ha segnato una diminuzione dell’1% nella media del trimestre Maggio-Luglio 2012. Ad affermarlo è l’Istat, l’istituto nazionale di statistica, con un report pubblicato oggi.Ma il confronto che fa ancora più paura è quello con le vendite del 2011: una diminuzione del 3,2% con un calo del 2% per i prodotti alimentari e del 3,8% per quelli non alimentari. Da questi dati emerge che le piccole imprese arrancano grazie ad un crollo dello -3,8% su base annualmente la grande distribuzione soffre un crollo del-2,3%. Più forte il crollo che ha interessato la grande distribuzione per quanto concerne i generi alimentari -3,5% su base annua.Il settore del mobile ha sofferto l’ultimo colpo di grazia con un calod elle vendite ripeto all’anno scorso del -3,6%, l’editoria (giornali, riviste, libri) e la cartoleria ha subito complessivamente un calo del -3,4%. A sorpresa anche i prodotti farmaceutici sono calati di un -3,2%. Il gruppo altri prodotti che, paradossalmente, comprende beni di lusso e non di prima necessità ha subito un calo più contenuto (-0,7%).Per l’istat il calo dei consumi è poco più lieve di quello che si è avuto nei tempi di guerra. A questi dati si riferiva Bersani nel discorso ai dirigenti del partito quando ha affermato che non ci sono segnali di ripresa, ma solo di recessione e ha incitato il Presidente del consiglio a “dire la verità, perché non ci sarà nessuna luce all’orizzonte”

Scritto da – Maria Melania Barone

fonte : www.you-ng.it/news

Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

p5rn7vb

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− tre = 5

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>