L’AULIN E’ TOSSICO E LETALE – L’ITALIA CONTINUA A VENDERLO

C’E’ CHI LO USA PER UN BANALE MAL DI TESTA CHI PER ALLEVIARE SPASMI O INFIAMMAZIONI

Ancora in pochi sanno che l’analgesico più conosciuto, l’Aulin, è tossico.A dare l ’allarme, anni addietro, sono stati 16 Paesi europei tra cui Spagna, Finlandia ed Irlanda che lo hanno addirittura ritirato dal commercio. Non sembra, invece, che l’Italia abbia recepito la pericolosità del farmaco che continua a popolare gli scaffali delle nostre farmacie.Il principio attivo Nimesulide, alla base di numerosi medicinali in commercio, comporterebbe effetti devastanti per il fegato, talvolta anche letali. Il Nimesulid è commercializzato in vari Paesi ed in Italia è la molecola alla base di diversi farmaci: Algimesil, Antalgo, Areuma, Dimesul, Domes, Efridol, Eudolene, Fansulide, Flolid, Isodol, Ledolid, Ledoren, Nerelid, Nide, Nimenol, Nims, Noxalide, Resulin, Solving, Sulidamor, Fansidol, Sulide, Idealid, Delfos, Domes, Noalgos, Algolider, Aulin, Fansidol, Mesulid, Nimesil, Remov, Migraless, Edemax, Mesulid Fast, Nimedex.
6 TRAPIANTI DI FEGATO POST NIMESULIDE

I primi a ritirare dal commercio farmaci contenenti il nimesulide sono stati Spagna, Finlandia ed Irlanda allertati dalla sua tossicità epatica, nel 2002. Cinque anni più tardi, il 15 maggio 2007, l’Irlanda si accoda, dopo che sei pazienti in cura con l’Aulin sono stati costretti al trapianto di fegato per grave insufficienza epatica. E’ proprio il documento ufficiale del della Irish Medical Board (il massimo organo di Salute) a fugare ogni dubbio.In Irlanda il Nimesulide è un anti-infiammatorio autorizzato dal 1995 per il trattamento del dolore acuto, il trattamento sintomatico dell’osteoartrite dolorosa e della dismenorrea primaria. E’ disponibile solo su prescrizione medica. I prodotti contenenti il principio attivo nel Paese erano Aulin, Mesulid 100mg granuli granuli 100mg; Mesulid compresse 100 mg; Mesine compresse 100mg, e Aulin 100 mg compresse.
«Il danno epatico», ha dichiarato l’Irish Medical Board, «è un raro ma grave effetto collaterale del nimesulide. Tuttavia abbiamo ricevuto dati provenienti dall’Unità Nazionale di trapianto di fegato del St Vincent University Hospital, i quali parlano di sei pazienti che hanno richiesto trapianto di fegato dopo il trattamento con il nimesulide. Da quando il prodotto ha fatto ingresso in Irlanda nel 1995, si sono registrati un totale di 53 segnalazioni. Tra queste nove casi di insufficienza epatica, sei dei quali provenivano da l’Unità Nazionale trapianto di fegato e tre casi mortali di insufficienza epatica.
IL CASO ITALIA

Non sembra però che l’allarme abbia in qualche modo preoccupato l’Italia. Il nostro Paese consuma il 60% della produzione mondiale di nimesulide.Sembra che nel maggio 2008 un’inchiesta guidata dal magistrato torinese Raffaele Guariniello abbia portato allo scoperto un sistema illecito che potrebbe avere arrecato danni alla salute dei cittadini. Un alto funzionario dell’Aifa (l’Agenzia italiana del farmaco) avrebbe intascato mazzette per evitare i controlli sul prodotto.In manette sarebbero finiti 2 funzionari dell’Aifa, Pasqualino Rossi ed Emanuela Bove.Nel maggio 2008 la SIF (Società Italiana di Farmacologia) avrebbe riportato che i benefici sono superiori ai rischi legati al principio attivo. «Se essa (nimesulide) resta in commercio oltre che in Italia in ben altri 16 Paesi europei», ha dichiarato, «fra cui Francia, Portogallo, Svizzera, Ungheria, è perché l’Agenzia regolatoria europea ha ritenuto che, nonostante quanto autonomamente stabilito da alcuni Paesi, il suo profilo di beneficio/rischio rimanga ancora favorevole».Sul sito dell’Agenzia per il farmaco (Aifa) si trovano le note informative relative al 2012 , al 2010 e la nota 66

fonte : http://www.informarexresistere.fr

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

26 thoughts on “L’AULIN E’ TOSSICO E LETALE – L’ITALIA CONTINUA A VENDERLO

  1. UN MIO PARENTE CHE FACEVA USO DI AULIN!! HA AVUTO UN INSUFFICIENZA RENALE GRAVE. DOPO SETTE ANNI DI DIALISI E RIUSCITO A FARE IL TRAPIANTO DI UN RENE.

  2. Non bisogna abusare di nessun farmaco…. Appena ho saputo che fa malissimo non l’ho più usato e quando l’ho sconsigliato a delle amiche, mi è stato risposto che lo prendono lo stesso….. Nessuno le obbliga…..si arrangino!!!

  3. Buona occasione per riflettere sul fatto che l’alcol (in tutte le sue forme, dal camparino al binge drinking) ha effetti ancora più deleteri ed in Italia resta in libera vendita, ANCHE AI MINORENNI.

  4. Uso Aulin da 25 anni, dopo una frattura rabberciata alla meglio da un cerusico coglione e medievale. Il mio QPE è perfetto, I miei enzimi epatici vanno alla grande.
    Certo, NON bevo, NON fumo, NON lo prendo a stomaco vuoto. Solitamente chi ha il fegato spappolato lo ha per motivi a lui ben noti, non certo a causa di un medicinale di cui non si deve abusare
    Invece di dar la colpa ad un farmaco che allevia molte sofferenze, chiedessero al trapiantato cosa si era scolato per sciogliere l’Aulin ed in quale quantità, farebbero così una statistica assai più corretta e veritiera, oltre che sorprendente…

  5. ho usato aulin x un tempo abbastanza lungo e ora ho un isufficenza epatica abbastanza seria..Rispondo al signore precedente NON BEVO SONO ASTEMIA..prima di dare giudizi si informi..grazie

  6. NEGANO IL FUTURO AI NOSTRI FIGLI, PROCURANO LORO MALATTIE IATROGENE DEGENERATIVE, QUANDO POI SI CERCA DI TUTTO PER TENTARE DI CURARLI “VIETANO” TERAPIE COME IL TRAPIANTO DELLE CELLULE STAMINALI ED ALTRE GIA’ ABBONDANTEMENTE SPERIMENTATE, PER NON TOGLIERE ALLE MULTINAZIONALI DEI FARMACI L’EGEMONIA DEGLI INGENTI INTERESSI ECONOMICI CHE FRUTTANO LORO PER MANTENERE ATTIVO UNO STATO DI MALATTIA.
    QUESTO SCONSIDERATO MODO D’AGIRE PROCURA COSI’, ALLE INDIFESE VITTIME E ALLE LORO FAMIGLIE, OLTRE AL “DANNO” PATITO ANCHE LA “BEFFA” DEL DIVIETO ALLA CURA!!!!

  7. L’AULIN NON PUO’ ESSERE ACQUISTATO SENZA RICETTA MEDICA NON RIPETIBILE. Chi lo pretende (ed alla fine, picchia e mena riesce ad ottenerlo) in farmacia anche senza ricetta medica oppure chi consuma ignorantemente le pillole avanzate per un comune mal di testa, se poi schiatta se l’é cercata e quindi peggio per lui: ben gli stà! Non incolpiamo le case farmaceuitiche delle stronzate irresponsabili che compiamo noi pazienti con l’automedicazione!

  8. Io lo uso da sempre e con dosi doppie, ho sempre fatto dei controlli ma non ho mai avuto problemi ne al fegato e ne ad altre parti del corpo. Invece le sigarette perché le vendono? si sa che provocano il cancro no?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


cinque + = 11

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>