I MEGALITI DI NARDODIPACE -CALABRIA-

GLI ORMAI FAMOSI E CONTROVERSI

Megaliti di Nardodipace sono venuti alla luce di recente nei pressi del piccolissimo centro situato nelle Serre Calabresi. La particolarità di queste strutture è che si tratta di “triliti”, una forma che riscontriamo principalmente nel megalitismo bretone e in particolare nella nota Stonehenge. Una scoperta archeologica che assume un’importanza fondamentale nel panorama della preistoria italiana e delle sue genti.
Sono stati fotografati blocchi di granito del peso stimato di oltre 200 tonnellate, grandi mura, probabilmente di fortificazione, pilastri sormontati da un “architrave”. Al momento, sono state date diverse interpretazioni su questo sito archeologico, la più accreditata sostiene che questi megaliti siano appartenuti ad un’antica civiltà, databile tra l’età del bronzo e quella del ferro, e che il sito rappresenti, considerata la quota, un luogo di culto.
I dolmen di Nardodipace sono sempre più meta di studiosi provenienti da tutto il mondo incuriositi dalla loro mole e collocazione e dalle incisioni ritrovate su alcuni di essi.

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org

3 Comments

  1. Vale la pena di visitare il sito di Motta S. Giovanni (Reggio Cal.) dove, da ragazzina, ho ammirato, stupita, enormi massi di pietra (megaliti?) dalla forma non grossolana e numerosissimi fossili che testimoniano la presenza del mare in quella zona e anche la (probabile) presenza dei popoli del Mare. Non sono una geologa ma, in virtù delle nuove scoperte del periodo paleolitico in Calabria. sono molto curiosa.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.