Fortuna, la patata geneticamente modificata

 LA PRIMA PATATA MODIFICATA

per uso alimentare, geneticamente protetta dalla peronospora, è all’esame dell’Unione Europea dopo la richiesta della multinazionale Basf di coltivarla e commercializzarla. E i consumatori cosa ne pensano?Appena poco più di centocinquanta anni fa poteva accadere, e accadde, in Europa, più precisamente nella fredda Irlanda, che una malattia colpisse le patate come una vero e proprio flagello, causando la grande carestia in un paese in cui una parte importante della popolazione poteva contare solo sui tuberi per la propria sopravvivenza; fortunatamente, di tempo ne è passato da quel terribile 1845 anche se la peronospora continua a far marcire, ogni anno, circa un quinto del raccolto di tutto il mondo.La ricerca per cercare di debellare questo male dell’agricoltura ha fatto significativi passi avanti nel corso degli anni; così, trasferendo due geni di una patata sudamericana selvatica che cresce sulle Ande, naturalmente resistente alla peronospora, in una varietà di tubero estremamente diffuso in Europa chiamato Fontane, utilizzata in particolare per la produzione delle patatine fritte, i ricercatori hanno creato Fortuna, la prima patata geneticamente modificata che potrebbe essere destinata all’alimentazione umana.

fonte : http://www.fanpage.it

2 Comments

  1. Penso che, non ci siano parole da poter immaginare per dire qualcosa a quei signori. In un mondo fatto di finzione si sentono “dei”. E’ ora di finirla di mettere sul mercato cose che la persona “normale” non vuole. Gli esperimenti li facciano prima in casa loro, e buon pro.
    Senza nascondersi dietro, o prendendo a pretesto una cosa importante come la “fame nel mondo”.Siamo stufi della retorica sterile.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.