OGM. Vandana Shiva: “L’imperatore è senza vestiti”

Il 18 ottobre  la scienziata, attivista e ambientalista indiana Vandana Shiva ha presentato a Roma il rapporto The Gmo Emperor has no clothes. Dall’aumento dei raccolti alla riduzione delle sostanze chimiche, il dossier svela le false promesse delle biotecnologie concludendo che gli OGM in agricoltura si sono rivelati un “fallimento totale”.In questa settimana ricca di appuntamenti internazionali sul fronte della sicurezza alimentare, è partita da Roma la campagna mondiale di sensibilizzazione sugli OGM che prende spunto da un dossier curato da Vandana Shiva, The Gmo Emperor has no clothes.Il rapporto raccoglie centinaia di ricerche, studi ed esperienze sul campo condotte in tutto il mondo da ricercatori e scienziati. Il lavoro è coordinato da Navdanya International, l’associazione fondata dalla stessa Vandana Shiva nel 1991. È stata proprio lei a presentare i risultati di questo rapporto che è disponibile sul sito di Navdanya International.Negli ultimi anni – ha spiegato al pubblico e alla stampa Vandana Shiva – abbiamo ascoltato sempre più spesso esperienze fallimentari delle colture OGM, mentre dall’altra parte è emersa con sempre più evidenza la capacità dell’agricoltura ecologica di aumentare le produzioni di cibo. Abbiamo perciò deciso – ha sottolineato Shiva – di mettere insieme tutto il lavoro prodotto dalla rete mondiale di scienziati, attivisti e comunità locali. Il risultato è chiaro: l’imperatore Ogm non ha vestiti. Le sue promesse sono illusioni.

 

Nel dossier sono svelate le false promesse delle biotecnologie in agricoltura e le ragioni per cui gli OGM non aumentano le produzioni e i raccolti, non hanno diminuito l’utilizzo di sostanze chimiche, non hanno neanche migliorato le difese contro i parassiti e gli infestanti. Il loro effetto è opposto: hanno inaridito la biodiversità, impoverito i piccoli produttori e milioni di contadini nel mondo e aumentato anche il ricorso alle sostanze chimiche.Dunque, l’’imperatore’ è ormai nudo, proprio come racconta Andersen ne I vestiti nuovi dell’imperatore. E prendendo spunto da questa fiaba, il rapporto affronta la prima e importante questione, ovvero il fatto che gli OGM garantiranno più cibo e contribuiranno a combattere la fame nel mondo. Ma nessun risultato del dossier va in questa direzioneAndando sul sito di Navdanya International chi vorrà potrà aderire alla campagna L’imperatore degli Ogm è senza vestiti per pretendere l’etichettatura degli OGM, aiutare a salvare i semi, investire nel futuro sostenendo progetti locali legati al cibo OGM-free e prodotto in maniera sostenibile.

 

fonte : http://www.stampalibera.com

 

One Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.