Buco ozono Artico più grande previsto In un anno si è registrata una perdita dell’80%

(ANSA) – ROMA, 3 OTT – Il buco dell’ozono rilevato sull’Artico nei mesi scorsi è molto più esteso del previsto. L’allarme era già stato lanciato in primavera, ma il nuovo studio pubblicato su Nature, realizzato dal Caltech, denuncia una perdita di oltre l’80% in un solo anno della fascia protettiva, paragonabile a quella del polo Sud. Le perdita di ozono è un fenomeno stagionale che ormai riguarda entrambi i Poli, anche se al nord risultava finora ridotta. La causa scatenante è stato l’inverno particolarmente rigido.

2 Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.