Il gioco della crisi economica mondiale da parte del NEW WORLD ORDER.

 Riattivare o far nascere in noi il libero pensiero è la chiave per riuscire a liberarci dalle catene della schiavitù che hanno preparato per noi i padroni del mondo.

Maurizio Blondet ci informa, a tal riguardo, quanto David Rockefeller ebbe a dire quando “credendo di parlare a orecchie fidate, nel ‘91… ha ammesso: 1) che una cospirazione esiste <<da quaranta anni>>; 2) che essa ha lo scopo di instaurare nel segreto <<un governo mondiale>> e <<la sovranità nazionale>> dei banchieri; 3) che il nemico dei cospiratori è <<l’autodeterminazione nazionale>>”. Eresie del Nuovo Ordine Mondiale e strategie occulte della secret fraternity bancaria internazionale.
Si percepisce, a questo punto, con una certa chiarezza un disegno luciferino che vuole realizzare sulla Terra l’ “adveniat regnum viri” (la venuta del regno dell’uomo) al posto dell’ “adveniat regnum tuum” di Dio nel Pater Noster. Pochi hanno fatto caso che nella Repubblica di San Marino, da alcuni anni, girano monete da 500 lire con al centro raffigurato un tronco d’albero spezzato (forse a significare la fine del cristianesimo?) dal quale si erge un nuovo virgulto (il simbolo della nuova era che si ergerà dalle ceneri dell’era cristiana?). Fatto sta che tutt’intorno alla moneta metallica da 500 lire campeggia la scritta “Venga il regno dell’uomo”.

Nell’aula del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a New York, troneggia una strana opera pittorica costituita da grandi tavole. In una di queste si può osservare una piccola colomba bianca inseguita da tre corvi minacciosi e in fondo la firma del pittore e una scritta molto piccola che dice: “L’uomo trionferà su Dio” (v. “Sous la bannière” n. 55, settembre – ottobre 1994, Villegenon, Francia).

E scrive bene Giulio Setti sul n. 15 della rivista “Oltre” (Agosto 1997), quando asserisce che scopo finale del “Governo occulto“, “che avrebbe avuto tra le sue fila, personaggi di spicco come Margareth Thatcher, George Bush, Ronald Reagan e quasi tutti i direttori della Cia, sarebbe provocare una crisi economina su tutto il pianeta… e sostituire tutti i governi con un Nuovo
Ordine Mondiale, retto da una Sinarchia, cioè da un governo unico composto da banchieri ed economisti”.
Rivoluzioni preparate come per il passato. E continua Blondet: “É già accaduto: ogni Rivoluzione – la francese, la bolscevica, quella rivoluzione dei costumi che fu il ’68 – sono state a lungo preparate…”. Sembrerà strano ma questi stravolgimenti si attuano, anche, con manovre destabilizzanti non solo politiche ma con un certa “cultura” propagata con libri, musica e strane ideologie, serve a creare nuovi paradigmi di pensiero, sentimenti collettivi e miti; in fondo, ciò che oggi chiamiamo evento culturale, in magia, era conosciuto come “l’evocazione delle potenze dell’aria”.
Si confermano i sospetti dei teorici della “cospirazione”: l’ONU sta dando impulso alla “richiesta” da parte dei paesi emergenti all’instaurazione di una moneta unica globale, primo passo per stabilire un governo mondiale. Il collasso apparentemente orchestrato dell’economia statunitense permette ai paesi emergenti di mettere in discussione la funzione del dollaro come moneta di riferimento e le Nazioni Unite si preparano per lanciare il loro piano.
 Dall’inizio della crisi nel 2009, differenti teorici avevano parlato della possibilità che la situazione di crisi economica  era stata cercata deliberatamente per ristrutturare completamente il sistema finanziario mondiale ed imporre una moneta unica a livello globale e che fosse il primo passo verso una governance a livello planetario.
Avete mai fatto caso a quel singolare disegno che figura sul dorso dei biglietti americani da un dollaro? E’ denominato “The Great Seals” e si compone da una Piramide tronca sul cui vertice figura un triangolo con dentro un occhio. Tutt’intorno è scritto “Annuit Coeptis” e “Novus Ordo Seclorum“. 72 mattoni formano la Piramide, disposti su 13 livelli. E’ il simbolo degli Illuminati e fu “stampato sul dollaro per ordine del PresidenteRoosevelt massone del 32esimo grado”. Così scrive Barry R. Smith a pag. 83, nel suo libro Warning (Wright and Carman LTD, Nuova Zelanda). La scritta “The Great Seal” (Il Grande Suggello) non sta certo ad indicare che si tratti del simbolo dell’America che, come sappiamo, è rappresentato dall’aquila. Qual è allora il significato occulto di questo simbolo che è presente finanche nella Sala della Meditazione del Palazzo dell’O.N.U. a New York?
L’ “Ordine degli Illuminati” (Illuminaten Orden) fu fondato dal principe Jean Adam Weishaupt (1748-1830) l’1 maggio del 1776 all’età di 28 anni. Il simbolo dell’Ordine fu costituito da un “punto tracciato in un Cerchio” (rappresentante il simbolo del Sole e del dio Horus). Weishaupt, incredibile a dirsi, fu educato dai Gesuiti e, all’età di 20 anni, fu nominato professore di Diritto Canonico a Ingolstadt, città in cui era nato. In quegli anni l’Ordine dei Gesuiti si trovava sotto l’effetto di una bolla papale di scioglimento che verrà revocata molto più tardi.
Weishaupt organizza una potente società segreta, col fine occulto di distruggere un mondo fondato sulle ingiustizie sociali, per poi riorganizzarlo. La regola principale di Weishaupt era che “Ogni uomo capace di trovare in sé stesso la Luce Interiore… diventa eguale a Gesù, ossia Uomo-Re…”. L’insegnamento segreto che veniva impartito agli adepti asseriva che: “…tutte le religioni si fondano sull’impostura e le chimere, che tutte finiscono per rendere l’uomo debole, strisciante e superstizioso, che tutto, nel mondo, è materia e che Dio e il mondo non sono che un’unica cosa”.
Weishaupt ancora spiegava che “per raggiungere la società ideale si deve passare, per parecchie generazioni, attraverso l’esperienza della società autoritaria”. Sui suoi appunti verranno trovate frasi come questa: “Dobbiamo distruggere tutto, senza riguardo per alcuno, pensando solamente questo: il più possibile e il più presto possibile”.
Gli Illuminati sarebbero pericolosamente attivi ancora oggi, almeno così assicurano molti studiosi
e trascrivono il terribile giuramento degli Illuminati che, tra l’altro, recitava l’impegno di: “… sterminare tutti i re e la razza dei Capeti; di distruggere la potenza del papa; di predicare la libertà dei popoli… di fondare una repubblica Universale…”. Haugwitz e Wollerner denunceranno il “vasto complotto degli Illuminati contro le Monarchie e contro le Chiese”.
Apriamo gli occhi e cerchiamo di fare qualcosa tutti insieme prima che sia troppo tardi !!!
E ricordate che la nostra unione e’ la loro paura !!!
“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare.” Albert Einstein

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.