Lo Stato stampa il denaro, lo Stato è il Popolo: il denaro è del Popolo !

Denaro, debito, prestito, interesse, usura, inflazione ecc., solo i banchieri o gli“economisti ortodossi”sono autorizzati a parlarne?  Speriamo di no !
Quanto più i Cittadini saranno“ignoranti” di certi argomenti, tanto più saranno manipolati, controllati e quindi schiavi del potere bancario.
Anche perché quando si parla di denaro è in gioco il sangue e la vita stessa di noi Cittadini e perciò più CI SI INFORMA e più ci si ragiona e meglio è.

Partiamo quindi dal “prestito” che è il nocciolo del problema.

Prestare denaro a interessi significa che chi ha più soldi ne fa ancora di più, senza muovere un dito, a spese di chi ne ha di meno o non ne ha affatto.
Prestare a interesse è usura !
L’usura è vietata dalla religione (per chi ci crede) e anche dalla legge (per chi la rispetta) ma, sotto una certa percentuale di interessi, dalla stessa legge è permessa. Insomma, l’usura è un reato, ma se sei una banca o una società finanziaria autorizzata, e non esageri (sulla base di canoni decisamente discutibili) allora puoi farlo. Un po’ come dire: “Picchiare le persone è reato, ma se sei un picchiatore professionista, e ti limiti ad una bastonata o due, allora puoi farlo.”
Il prestito ad interesse è la causa di tutti i mali della nostra economia: è il male alla base del Signoraggio e della “riserva frazionaria”. Il circolo vizioso che spinge a stampare sempre più soldi per coprire debiti  con altri debiti e che, di conseguenza, genera l’inflazione.

L’usura è la vera causa dell’inflazione.

L’usura è anche la ragione per la quale i soldi tendono sempre ad accumularsi nelle mani di poche persone. Oggi le dieci persone più ricche del pianeta detengono un patrimonio pari al P.I.L. della Cina. Continuiamo a permettere l’usura e, un giorno, una singola persona, senza muovere un dito, potrebbe impadronirsi del mondo. Eliminiamo l’usura ed i patrimoni delle persone ricche che non hanno più bisogno di lavorare andranno gradualmente a ridistribuirsi fra la popolazione.

Un prestito di denaro senza interessi sembra un’utopia ma in realtà non c’è alcuna ragione oggettiva per la quale non si potrebbe realizzare, avidità umana a parte.

Pensiamo al mutuo per la prima casa: il Cittadino ha bisogno di soldi per mettersi un tetto sopra la testa, un bene di prima necessità. Lo Stato che è ( o che almeno dovrebbe essere ) al servizio dei Cittadini Sovrani, stampa i soldi dal nulla e glieli presta (comeFIAT MONEY o denaro fiduciario, esattamente come oggi fanno le banche). Il cittadino-mutuatario lavora 20 anni per restituire i soldi allo Stato ma senza pagare interessi. Alla fine del ciclo il cittadino si è comprato una casa pagandola una considerevole percentuale in meno e lo Stato si ritrova con un capitale col quale coprire parte della spesa pubblica e risanare il debito pubblico, senza bisogno di ricorrere alle tasse e/o ad ulteriore indebitamento pubblico. I soldi stampati in questa maniera non creerebbero inflazione perché stampati secondo un criterio preciso e coperti dal valore della casa prima e dal valore prodotto con il lavoro del mutuatario dopo. Anzi, oltre a non creare inflazione costituirebbero un mezzo per controllarla in quanto lo Stato, nel momento in cui torna in possesso dei soldi che ha prestato ai cittadini, se necessario, (cioè per tenere sotto controllo la stabilità dei prezzi) avrebbe anche la facoltà di distruggerli.
Più soldi e meno tasse per tutti, senza generare inflazione. E quasi zero conflitti sociali.

Se questo sembra una follia è solo perché il mondo nel quale ci hanno abituati a vivere è veramente folle. Pensiamo solo al fatto che attualmente tutti noi siamo costretti a farci prestare dalle banche private il denaro che, a pensarci bene, è il “nostro denaro” e sul quale paghiamo pure un interesse al tasso che decidono le stesse banche. Assurdo !!! E ancora più assurdo è il fatto che rischiamo di perdere la nostra casa, che abbiamo dato in garanzia alla banca, nel malaugurato caso che non riusciamo a rendere il prestito usuraio. Questa è follia pura !

I soldi alle aziende potrebbe prestarli sempre lo Stato, magari adottando gli stessi criteri che oggi adottano le banche ma con la differenza che il prestito di soldi emessi dal nulla dovrebbe essere sempre e solo ad interessi zero. Lo Stato emette soldi che appartengono ai cittadini per conto degli stessi e li presta secondo necessità ma senza praticare usura. Quando rientra in possesso del capitale può utilizzarlo per coprire la spesa pubblica o, in caso di inflazione, toglierne dalla circolazione una parte sufficiente ad equilibrare la situazione economica.

Il tutto avverrebbe attraverso delle “SUCCURSALI DEL MINISTERO DEL TESORO” appositamente istituite, nelle quali lavorerebbero le stesse persone oggi impiegate nelle banche commerciali. Le stesse banche commerciali, con una opportuna riforma delle loro funzioni e del loro modus-operandi potrebbero operare con funzioni “pubbliche” e nell’interesse del bene comune.
Il risultato sarebbe l’instaurarsi di un circolo virtuoso che permetterebbe progressivamente di annullare il debito pubblico e di ridurre enormemente le imposte. Con tutti i vantaggi, sociali ed economici, che ne potrebbero derivare.

L’usura genera i debiti, debito pubblico compreso. Quotidianamente i debiti ci costringono al lavoro coatto solo per pagare interessi ad un manipolo di banchieri privati, interessi spesso calcolati su altri interessi.

Se vogliamo abolire la schiavitù… aboliamo l’usura !!!

Come ???

Semplice, riprendiamoci la nostra legittima Sovranità Popolare!

Partendo innanzitutto dalla nostra sospirata Sovranità Monetaria !

-pubblicato da sovranidade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.